sorma_topnews_17giu-1lug
Trend e Mercati

Le mele del Trentino Alto Adige verso i mercati asiatici

AssomelaAsia
Redazione
Autore Redazione

Positiva la missione di Assomela in Tailandia, Vietnam e Taiwan. A breve le ispezioni delle autorità asiatiche nelle aree produttive italiane

Le mele del Trentino Alto Adige sono a un passo dall’ingresso nei Paesi Asiatici. In queste settimane sono in corso le missioni commerciali condotte da Assomela, in collaborazione con le istituzioni locali tra cui gli ambasciatori italiani, in Tailandia, Taiwan e Vietnam: in tutti e tre i Paesi le negoziazioni per l’apertura dei mercati sono in fase avanzata di discussione e i riscontri sono positivi. 

Il 28 maggio scorso la delegazione di Assomela ha incontrato nel ministero dell’Agricoltura a Bangkok i rappresentati del dipartimento incaricato di redigere il cosiddetto PRA, l’analisi dei rischi fitosanitari connessi all’importazione delle mele italiane nel Paese. La delegazione italiana, composta dall’Ambasciatore Italiano in Tailandia, Lorenzo Galanti e dai rappresentanti di Assomela, ha ribadito quanto la Tailandia sia tra le priorità dei produttori italiani di mele nel processo di apertura di nuovi mercati. Le autorità fitosanitarie si sono impegnate a preparare una proposta entro l’estate e ad agire velocemente in modo da organizzare una prima visita ispettiva nelle aree produttive italiane prima della fine dell’anno. Assomela ha anche incontrato la rappresentanza della Commissione Europea a Bangkok che  ha espresso la disponibilità a fornire il proprio supporto e ad inserire l’Italia nelle iniziative coordinate a livello europeo per consentire il prima possibile l’apertura del mercato tailandese. 

AssomelaAsia1

Altro negoziato che si avvia a conclusione è quello con le autorità fitosanitarie di Taiwan, che la delegazione di Assomela, con il supporto della rappresentanza del Governo Italiano a Taiwan ha incontrato insieme al direttore dell’ICE di Taipei, Paolo Quattrocchi. Esaurito ad inizio giugno il periodo di notifica presso il WTO, la proposta di protocollo deve essere sottoposta alla firma delle autorità per la sua definitiva pubblicazione, che potrebbe avvenire già a fine luglio. Anche in questo caso, le autorità taiwanesi si sono dimostrate particolarmente disponibili a velocizzare i tempi per permettere l’avvio delle esportazioni delle mele italiane già a partire dalla prossima stagione commerciale. 

Ultima importante tappa del tour in Asia si è svolta ad Hanoi, in Vietnam, la cui organizzazione è stata supportata dall’ambasciata italiana ad Hanoi, dall’ICE e dal Ministero per le Politiche Agricole, che ha precedentemente predisposto i disciplinari di esportazione e ha favorito i contatti con le controparti vietnamite.  La delegazione composta da Graziella Romito, dirigente del Dipartimento delle politiche europee, internazionali e dello sviluppo rurale, da Assomela, dai rappresentanti di VOG (Marlene), VI.P (Val Venosta) e Rivoira, aziende socie di Assomela, è stata ricevuta dall’ambasciatore italiano in Vietnam Alessandro Antonio. 

«Il coordinamento e la professionalità di tutti gli attori coinvolti – dichiara il direttore di Assomela Alessandro Dalpiaz – ha confermato che presentandosi assieme, con obiettivi chiari e condivisi si possono ottenere risultati importanti, significativi in questo caso per i produttori di mele italiane ma più in generale per il sistema Paese».

Scrivi un Commento