sorma_topnews_13-27mag
Aziende

OrtoRomi: lavori in corso per entrare nei bar

Martina Boromello OrtoRomi

OrtoRomi chiude il 2018 con un ragguardevole +14,3% e si prepara a nuove sfide. Lavori in corso per entrare nel canale Ho.re.ca.

Nuove scommesse, nuovi canali distributivi, ma nessun nuovo prodotto per OrtoRomi, la Società Cooperativa Agricola veneta che ha chiuso il 2018 con un fatturato di 106 milioni di euro (+14% vs 2017) e si appresta a vivere un altro anno di successi e di nuove opportunità. «Il trend positivo si conferma anche nei primi mesi del 2019», ha confermato Martina Boromello, Responsabile Marketing & Comunicazione di OrtoRomi, durante una presentazione a Milano con la stampa. 

«Il core business dell’azienda era e rimane quello dell’insalata di IV gamma» ha sottolineato ancora Borromello, evidenziando come però la V gamma – dunque zuppe, passati e vellutate – abbia visto un’importante incremento nelle vendite, anche grazie alle nuove ricette, alcune tradizionali, altre inedite – e come la linea di estratti di frutta e verdura, recentemente arricchita di due nuovi gusti, 100% Arancia Rossa di Sicilia IGP e 100% Mela Pink Lady – abbia registrato, nel corso dello scorso anno, un ragguardevole + 24,5% rispetto all’anno precedente.

E proprio la linea estratti è il protagonista del progetto più ambizioso che OrtoRomi si è posta per il futuro. «Stiamo cercando di costruire il prodotto perfetto per il canale Ho.Re.Ca, bar in particolare – ha raccontato la manager – . Stiamo mettendo a punto nuovi formati (il 200 ml, ossia un bicchiere esatto) e stiamo lavorando all’aspetto più sfidante, ossia quello della distribuzione: gli estratti sono un prodotto fresco, che necessitano venga garantita la filiera del freddo».

Dietro alla produzione di succhi ci sono importanti investimenti, perché si parte sempre dal prodotto fresco e l’estrazione avviene a freddo. Il processo HPP – ossia una pressione sulle confezioni di 600 bar per 3 minuti – permette di allungare la shelf-life del prodotto a 4 settimane, nonostante non vi sia l’aggiunta di coloranti, né conservanti. «Da qui la necessità di utilizzare confezioni in plastica e non in vetro» ha precisato Boromello.

I nuovi progetti

Nell’immediato OrtoRomi non lancerà nuovi prodotti, nuove linee, ma lavorerà al consolidamento di quanto fino ad ora costruito e, appunto, al progetto ho.re.ca. Continuerà a collaborare con diverse insegne della Gdo italiana nella lavorazione di prodotti a marchio e continuerà a lavorare sulla linea “Insal’Arte” la quale, a fronte di una crescita nell’intero mercato del segmento ciotole con dressing kit del + 16,5% a valore, ha registrato nel solo primo bimestre 2019 un incremento del 23%.

Le collaborazioni con marchi blasonati e made in Italy – vedi Pink Lady e Consorzio Arancia Rosse di Sicilia, ma anche Almaverde Bio – sembrano essere un aspetto particolarmente soddisfacente e su cui puntare. Tanto che, a tal proposito, pur non sbilanciandosi sul nome, Martina Boromello ha fatto intendere che presto sarà operativo un nuovo progetto di co-marketing sulle ciotole pausa-pranzo ad alto contenuto di servizio. «Ma è ancora presto per parlarne», ha concluso.

Scrivi un Commento