Ortomad_Superbanner mobile_30gen-5geb_2023
Syngenta_top news_16gen-5feb_2023
DOLE_top news 2_16gen-19feb_2023
Trend e Mercati

Inflazione +15,2%, si riduce il mix di prodotti nel carrello

A dirlo il report di Nielsen sul largo consumo in Italia. Cresce del 12,2% il valore delle vendite, trend positivo per i freschi

L’indice dell’inflazione continua a crescere attestandosi al +15,2% e i consumatori rispondono riducendo il mix di prodotti del carrello rispetto allo scorso anno.

E’ quanto emerge dal report mensile di Nielsen Lo stato del largo consumo in Italia che, inoltre, rileva l’aumento del 12,2% del valore delle vendite

Il fatturato raggiunge quota 6,9 miliardi

Con il report Nielsen rileva ogni mese lo scenario dei consumi e analizza le abitudini di acquisto delle famiglie italiane nella Gdo; stando ai dati elaborati per il mese di novembre 2022 evidenzia un fatturato della distribuzione totale in Italia pari a 6,9 miliardi, il che significa un +2,2% rispetto allo stesso periodo del 2021. 

L’inflazione galoppa

L’inflazione continua a galoppare: a novembre 2022 l’inflazione teorica nel Largo consumo confezionato (Lcc), ossia il settore di mercato che comprende tutti i beni di consumo primario e i prodotti confezionati dall’industria, si è attestata al +15,2%, in risalita rispetto al valore annuale.

Al contempo il mix del carrello della spesa dei consumatori ha subito una contrazione dell’1%, con una variazione reale dei prezzi del 14,2 per cento. Si tratta di un dato che presenta un’ulteriore crescita di quasi due punti percentuali rispetto a ottobre, che già segnava il 12,5 per cento.

Vanno forte i discount

Sul fronte dei canali di vendita, a novembre 2022, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, Nilsen evidenzia l’aumento del fatturato dei discount (+15,3%), seguito da specialisti casa&persona (+15%), superstore (+12,8%), supermercati (+11,7%), liberi servizi (+10%), e iper con una superficie maggiore di 4.500 metri quadrati (+7,3%).

Giù le promozioni, su la marca del distributore

Perdono quasi tre punti percentuali, rispetto a novembre 2021, le vendite in promozione, mentre cresce il consumo di prodotti a marchio del distributore, che a novembre 2022 raggiungono quota 21,4%, in leggera crescita rispetto a  ottobre 2022 nel perimetro iper, super e liberi servizi. 

Includendo i discount, la percentuale cresce e si attesta al 30,1% sul totale.

Il carrello sotto la lente

Si conferma il trend positivo per i prodotti freschi nella maggior parte dei canali distributivi, con il libero servizio (+9%) e i discount (+15,4%) che registrano rispettivamente le tendenze peggiori e migliori. Ma le aree merceologiche che nel mese di novembre registrano la crescita più significativa sono i prodotti dedicati agli animali domestici (+17,7%) e il cibo confezionato (+14,6%).

Le categorie più dinamiche sono state pane, pasticceria e pasta (+22,8%) e formaggi (+19,5%), mentre il comparto pescheria registra un calo dell’1%, ma ci si aspetta una ripresa in vista delle feste.

Olio di girasole, maionese e zucchero sono i prodotti che crescono di più in termini di fatturato, una crescita dovuta principalmente all’andamento dell’inflazione.  

(Visited 183 times, 1 visits today)
superbanner