superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic
Retail

Colletta alimentare, Aldi rinnova l’impegno

Avatar
Autore Redazione

I 109 punti di vendita dell’insegna aderiscono all’iniziativa programmata per il 26 novembre

Aldi rinnova per il quinto anno consecutivo il suo impegno a sostegno delle persone in difficoltà, partecipando alla 26esima edizione della giornata nazionale della colletta alimentare organizzata da fondazione Banco Alimentare onlus.

Dove, quando, cosa

Sabato 26 novembre, infatti, nei 109 punti di vendita italiani Aldi, i clienti potranno contribuire ad un importante gesto di solidarietà donando alle persone più fragili beni di prima necessità e prodotti a lunga conservazione come tonno e carne in scatola, verdure in scatola, polpa o passata di pomodoro, olio, e alimenti per l’infanzia. I clienti potranno contare anche sul supporto di Banco Alimentare, che per l’occasione, ha previsto la presenza di moltissimi volontari per supportare la raccolta delle donazioni.

Tonnellate di solidarietà

Da marzo 2018 a settembre 2022, Aldi ha donato 1.631 tonnellate di prodotti attraverso l’attivazione delle donazioni nelle proprie filiali e oltre 113 tonnellate provenienti dalle donazioni dei clienti durante le precedenti edizioni della giornata nazionale della colletta alimentare, per un totale di tre milioni e 488mila pasti. Quest’anno Aldi ha deciso di sostenere direttamente la colletta alimentare, a fianco dei propri clienti, donando a Banco Alimentare un contributo economico pari a tremila euro.

“Questo periodo storico ci impone di prestare ancora più attenzione al tema dello spreco alimentare, offrendo tutto il supporto possibile alle persone che si trovano a dover fronteggiare una situazione di difficoltà. Siamo molto fieri di essere al fianco di fondazione Banco Alimentare onlus dal nostro arrivo in Italia nel 2018 e, oggi più che mai, iniziative come la giornata nazionale della colletta alimentare sono occasioni preziose per sensibilizzare la nostra clientela e fornire un aiuto concreto ai soggetti più fragili”, ha commentato Michael Gscheidlinger, country managing director Aldi Italia.

Un gesto semplice, ma efficace

“La colletta alimentare quest’anno taglia il traguardo della ventiseiesima edizione – ha ricordato Giovanni Bruno, presidente della fondazione Banco Alimentare onlus – Siamo onorati di constatare che, anno dopo anno, questo momento di grande solidarietà coinvolge sempre più persone nel gesto tanto semplice quanto prezioso di donare beni di prima necessità a chi ne ha bisogno. In un momento storico delicato come quello che stiamo vivendo oggi, è importantissimo che ognuno faccia la propria parte e in questo siamo certi di poter contare su un partner come Aldi”.

L’iniziativa è parte del più ampio programma di responsabilità sociale di Aldi Oggi per domani, che stabilisce i principi e le azioni dell’azienda per garantire uno sviluppo sostenibile per l’ambiente e per la società del futuro. Tra le varie azioni intraprese in ottica di sostenibilità, Aldi ha scelto di collaborare con Fondazione Banco Alimentare Onlus supportandola nella sua opera quotidiana di aiuto alle strutture caritative, attuando così un recupero efficace e intelligente delle eccedenze alimentari.

Fonte: Aldi

(Visited 45 times, 1 visits today)
superbanner