VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic

Caab: buco da 15 milioni di euro

L’assemblea dei soci del Centro Agro Alimentare di Bologna lancia l’allarme

L?assemblea dei soci lancia l?allarme.

57 milioni è l?ammontare del debito strutturale che il Centro Agro Alimentare di Bologna, controllato dal Comune e dalla Camera di Commercio, ha presentato in consuntivo. A conclusione della querelle tra Caab e la cordata di costruttori che hanno realizzato l?area di nuova costruzione nella zona di San Donato, il tribunale ha disposto il pignoramento del gruppo agroalimentare come garanzia del risarcimento dei 16 milioni di euro che la sentenza ha accordato ai costruttori.
L?assessore Campagnoli si è astenuto sulla votazione del bilancio ma ha ugualmente espresso la preoccupazione dell?amministrazione regionale. La soluzione prospettata è di separare il patrimonio dalla gestione del mercato, creando due società. La Regione Emilia Romagna attende inoltre una ricapitalizzazione da parte dei soci, in particolare del Comune di Bologna, che beneficiò del trasferimento del Centro Agro Alimentare da Via Fioravanti a San Donato. Dopo l?adeguamento di capitale del ?99, si rivalorizzarono i terreni adiacenti grazie alla costruzione del centro commerciale Meraville e di un ?Business Park? ancora in opera. Ogni anno però i canoni d?affitto riescono a coprire solo un terzo delle spese di indebitamento bancario per la realizzazione degli immobili e inoltre quasi tutti gli immobili sono già assegnati. Di qui un deficit strutturale annuo di 10 milioni. Siamo in vista di una semplice ricapitalizzazione o di profonde innovazioni?

Rielaborazione Fruitecom © su articolo apparso su Repubblica del giorno 1.8.3 a firma Luciano Nigro

(Visited 14 times, 1 visits today)