Ingrosso

Mof, operatività garantita

A Fondi chiusura pomeridiana per garantire l’attività dei grossisti nel pieno rispetto delle norme previste dall’emergenza Covid-19

I provvedimenti di ordine sanitario che hanno interessato la città di Fondi (Latina) –  dichiarata giovedì scorso zona rossa per l’emergenza Coronavirus – riguardano solo marginalmente il Mercato ortofrutticolo (Mof), con la riduzione dell’orario di lavoro, ottenuta con la chiusura pomeridiana, per garantire l’attività degli operatori nel pieno rispetto delle norme previste dall’emergenza Covid-19.

Il più grande mercato d’Italia resta, dunque, aperto ma con misure stringenti di prevenzione, a partire dai controlli con il termoscanner per chiunque acceda attraverso i varchi presidiati da Croce rossa e Asl.

Il Centro agroalimentare all’ingrosso di Fondi è un grande centro di concentrazione, condizionamento e ridistribuzione di prodotti ortofrutticoli freschi collocato tra Roma e Napoli, in uno dei siti più importanti d’Italia per la produzione di frutta e ortaggi.

Secondo quanto riferisce la Coldiretti, il mercato ortofrutticolo soddisfa il fabbisogno annuale di frutta e verdura di oltre 4 milioni di italiani, a partire dai residenti nella capitale. Una realtà che svolge un ruolo centrale nel garantire gli approvvigionamenti alimentari della popolazione in questo difficile momento al quale contribuiscono oltre 4.000 imprese agricole che, in forma singola o organizzata, nelle diverse stagioni, commercializzano le loro produzioni ortofrutticole attraverso il mercato. Nel mercato convergono produzioni ortofrutticole per circa 1,1 milioni di tonnellate, in prevalenza ortaggi, ma anche frutta e agrumi.

(Visited 33 times, 1 visits today)

Scrivi un Commento