superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic
In sintesi

I love fruit and veg from Europe, conclusa la versione Uk

Avatar
Autore Redazione

Emilio Ferrara, coordinatore del progetto: “Un’esperienza importante proporre i prodotti delle nostre terre all’estero”

Si è conclusa con successo a Manchester la prima annualità del programma triennale di informazione e di promozione denominato I love fruit and veg from Europe presentato dalle Organizzazioni produttori Aoa, Asso Fruit Italia, La Deliziosa, Meridia, con Terra Orti capofila.

Le tappe

Le tappe della prima annualità – oltre il programma informativo digitale multicanale – hanno toccato diverse città del Regno Unito, Londra a settembre 2022 con la fiera Specialty Fine Food, le attività promozionali e la serata stampa e degustazione a Eataly London, Edimburgo a novembre 2022 con la conferenza stampa e degustazione al premiato ristorante italiano Ciao Roma, Manchester, sempre a novembre, per l’evento con giornalisti e influencer del luogo da Canto, rinomato locale cittadino.

Gli eventi nelle varie città sono stati l’occasione per presentare le Organizzazioni produttori proponenti la campagna promozionale nelle varie città e i prodotti degli imprenditori agricoli rappresentati.

Tramite questa campagna si racconta in Europa (ad esempio) di uva, pesche, arance, insalate, rucola, carciofi, pomodori, cachi, erbe aromatiche, fichi d’india, zucchine, peperoni, cavoli, mele fino ai prodotti più tipici e rappresentativi dei territori, nel nostro caso ha molto incuriosito la storia de Il granato di Paestum.

L’internazionalizzazione passa dalla valorizzazione

“È una esperienza importante poter proporre i prodotti delle nostre terre in tutta Europa – spiega il direttore di Terra Orti Emilio Ferrara, coordinatore del progetto I love fruit and veg from Europe in Inghilterra il primo anno ci ha fatto raccogliere dati importanti sull’interesse del mercato e sulla capacità di riuscire a contaminare la cultura britanniche con un approccio diretto, open, attivo, oltre che flessibile e creativo anche a livello gastronomico. L’internazionalizzazione richiede infatti la continua ricerca di forme di promozione e valorizzazione al passo con i cambiamenti velocissimi del momento. Il 2023 sarà un altro anno importante in tal senso: nuovi progetti della campagna di promozione internazionale stanno per partire e presto sveleremo in quali paesi”.

Fonte: Terra Orti

(Visited 33 times, 1 visits today)
superbanner