Carton_Pack_topnewsgenerali_04/07-18/07
Fruttivendoli e non solo

Tiburtino come La Boqueria di Barcellona con la frutta lavorata

frutta

Ecco come trasformare il mercatino dove si fa la spesa nel take away del fresco e del freschissimo

Prendere al volo un succo concentrato di mango o di arancia, di kiwi o di fragola, addentare uno spiedino con infilzate banane, ananas, mele. Ma pure mangiare a forchettate la melagrana sgranata, pescare le ciliegie da un lungo e capiente bicchiere, accompagnare la macedonia con il pesce cucinato nello stand vicino. Siamo a Barcellona, nel vivo, colorato e molto ospitale mercato di La Boqueria. Un paradiso di leccornie al naturale che si vuole replicare, almeno come format generale, a Roma. Più precisamente nei mercati del Tiburtino di San Romano-Portonaccio II, Casal de’ Pazzi e Meda.

Il fruttivendolo che taglia la frutta e vende la macedonia

La Boqueria nella capitale catalana oltre ad essere una fertile e ricca attrattiva turistica ha cambiato il modo di vendere frutta e verdura, ma pure il pesce, e in fila si vedono, oltre casalinghe e casalinghi, persone che comprano porzioni di frutta preparata e pronta da mangiare per strada, in ufficio, nel parco. Una sorta di take away del fresco e del freschissimo che ha convinto gli amministratori di quartiere romani a trasformare la modalità di vendita e di consumo di questi spazi. I box sono da assegnare e potranno trasformarsi in laboratorio di creazione gastronomica. Questo l’obiettivo degli amministratori di Quartiere che puntano sui mercati come luogo di animazione sociale.

Gli zumos in vendita al mercato di Barcellona

La Regione Lazio ha stanziato 4 milioni per i mercatini

Esperienze diverse si vedono anche nei cugini all’ingrosso dove sempre più sono previste aperture diurne o mercatini per i consumatori finali. Sempre nel Lazio c’è una forte attenzione ai mercatini rionali e ai mercati come testimonia un recente stanziamento della Regione. Sono quattro milioni di euro che devono rendere più funzionale il lavoro, sostenibile il consumo energetico ma pure trasformare i siti in luoghi sociali per le comunità. Come ha sottolineato il presidente Nicola Zingaretti: “I mercati di quartiere sono importanti per la vita sociale ed economica delle nostre comunità; sono momenti di aggregazione ma allo stesso tempo anche realtà economiche fondamentali”.

(Visited 211 times, 1 visits today)