Fruttivendoli e non solo

Mercato orticolo di Brondolo in gestione a Chioggia Ortomercato fino 2021

MercatoOrtofrutticoloBrondolo
Redazione
Autore Redazione

Rinnovata la convezione scaduta a fine 2017. Nel programma prossimo futuro un piano di interventi per rendere più moderno il Mercato Ortofrutticolo

Una nuova convenzione che consente di prolungare fino al 2021 la gestione del Mercato Orticolo di Brondolo da parte di Chioggia Ortomercato. È stato firmato il 28 giugno dagli amministratori di Sst Spa e Chioggia Ortomercato del Veneto Srl presso la sala lampadari del Comune di Chioggia.

Fino al 31/12/2021 l’ortomercato di Chioggia gestirà quello di Brondolo, termine indicato dalla legge finanziaria 2019 che consente agli enti locali di rimandare le dismissioni delle proprie partecipate come inizialmente veniva richiesto dal decreto Madia. “Scaduto questo termine, SST dovrà individuare tramite avviso pubblico il gestore del mercato, nel caso in cui il legislatore non riveda i parametri del decreto Madia ovvero mantenere la partecipazione in Chioggia Ortomercato del Veneto in caso vi sia una specifica deroga normativa” si legge in una nota.

Secondo  l’Amministratore Unico Giuseppe Boscolo Palo la nuova convezione è “lo strumento ideale per operare. Per l’8 luglio ho già convocato un tavolo tecnico incentrato nel mettere a fuoco un piano di interventi per rendere più moderno il nostro Mercato Ortofrutticolo, in grado di essere scelto dalle imprese di commercializzazione per la qualità dei prodotti trattati e per i servizi che saprà erogare”.

“Anche se la scadenza temporale prevista è a breve termine viene garantita dalla proprietà alle imprese private la continuità operativa e gli investimenti a prescindere da quale società gestirà il complesso dopo il 2021 e con il riconoscimento, da parte della proprietà, degli ammortamenti sulle opere strutturali che saranno eseguiti sia dagli operatori e sia da Chioggia Ortomercato si liberano risorse che saranno reinvestite nel compendio del Mercato” riferisce invece l’amministratore unico Emanuele Mazzaro.

“A seguito della recente delibera consiliare di affidamento in house providing a Sst della durata di 14 anni” commenta l’assessore alle partecipate Daniele Stecco “si è concluso con la firma della convenzione l’iter previsto per individuare il soggetto gestore del mercato orticolo alla produzione in Chioggia Ortomercato del Veneto di cui SST detiene il 42% delle quote e con le novità previste sarà possibile prevedere il rilancio del mercato e renderlo più attrattivo e competitivo rispetto a mercati vicini, puntando ad offrire nuovi servizi per gli operatori e creare maggiori contatti con mercati più importanti per creare una rete commerciale dove quello di Chioggia risulta di riferimento per la vendita del radicchio”.

Scrivi un Commento