sorma_topnews_01mar-04apr
Dalle aziende Frutta a guscio ed essiccata

Prugne della California: in Italia balzo del 25%

prugne della california

Kevin Verbruggen (California Prune Board) spiega i segreti del successo di questi ultimi 12 mesi

Al consumatore italiano piacciono sempre di più le Prugne della California, tanto che nell’ultimo anno, nonostante il periodo molto particolare, le importazioni nel Belpaese sono aumentate del 25%. A fare il punto della situazione e a rivelare a myfruit.it alcuni segreti di questo successo è Kevin Verbruggen, direttore marketing per l’Europa del California Prune Board, una realtà che oggi aggrega 800 coltivatori e 28 confezionatori, sotto l’autorità del California secretary of food and agriculture.

Come si è chiuso il 2020 per il California Prune Board e quali sono stati, in particolare, i volumi movimentati dal consorzio?

Kevin Verbruggen, direttore marketing per l’Europa di California Prune Board

Le Prugne della California sono ugualmente popolari sia a livello nazionale, sia a livello internazionale. Circa la metà dei quantitativi prodotti annualmente sono consumati nel mercato domestico, mentre la restante metà viene esportata in tutto il mondo. La California provvede alla produzione di circa il 40% della fornitura mondiale e del 90% di quella statunitense. Ad oggi sono più di 16mila gli ettari di frutteti coltivati con Prugne della California nelle valli di Sacramento e San Joaquin. Il mercato dell’Unione europea è particolarmente importante poiché rappresenta quasi un terzo del totale delle esportazioni. Le prugne secche sono molto popolari in Europa, con un valore di mercato totale di oltre 200 milioni di dollari all’anno. Il bilancio relativo al raccolto più recente, che si è esteso fino a luglio 2020, ha registrato un aumento del 17%  delle spedizioni di Prugne della California ai mercati internazionali rispetto all’anno precedente, evidenziandone la sempre crescente popolarità.

Quali sono i mercati più consolidati e quelli più interessanti in prospettiva? E l’Italia che posizione occupa in tale contesto?

All’interno dell’Ue, l’Italia è un mercato chiave: gli italiani consumano oltre 1.000 tonnellate di Prugne della California ogni anno (fonte: Usda Fas). Le importazioni in Italia sono cresciute notevolmente nell’ultimo anno (+25% in volume, da agosto a settembre 2020, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; fonte: Tdm). Sempre più italiani hanno infatti scoperto l’elevata qualità, il gusto distintivo e i benefici nutrizionali delle Prugne della California.

Quali sono le caratteristiche peculiari che, nel tempo, hanno fatto apprezzare le Prugne della California in Italia e nel mondo?

Secondo i risultati di un recente sondaggio online commissionato dal California Prune Board in Italia, i consumatori italiani prestano da tempo attenzione al Paese di origine dei prodotti alimentari e selezionano regolarmente prodotti della migliore qualità possibile per un’alimentazione sana. In base ai risultati emersi dal sondaggio, questi due fattori sono sempre più influenti nelle decisioni di acquisto dei consumatori per i prodotti alimentari. Il 79% degli intervistati ha infatti indicato la “denominazione di origine California” come fattore decisivo per l’acquisto di prugne secche.

Inoltre, il 73% degli interpellati considera la California come il paese che produce le prugne di migliore qualità, per le loro caratteristiche distintive che le rendono un prodotto premium: grandi dimensioni, gusto e consistenza premium, succosità e caratteristiche nutrizionali distintive benefiche per la salute.

L’attenzione dei consumatori italiani si focalizza sempre più spesso sulla salute dell’apparato digerente e dell’intestino. La convinzione che la buona salute trovi le sue basi in un’alimentazione salutare e in uno stile di vita sano è sempre più diffusa. C’è più consapevolezza anche sull’importanza di un approccio proattivo per migliorare il benessere dell’intestino. Le Prugne della California sono perfette per soddisfare questa esigenza: sono, infatti, naturalmente ricche di fibre e sono gli unici frutti naturali interi ad aver ottenuto, in Europa, un’indicazione autorizzata sulla salute. Come parte di una dieta sana e bilanciata e di un corretto stile di vita, mangiare quotidianamente 100 grammi di Prugne della California (circa 8-12 frutti), contribuisce al normale funzionamento dell’intestino.

Per promuovere al meglio la conoscenza delle Prugne della California, il California Prune Board svolge un’attività integrata di marketing e comunicazione. Per gli operatori del settore il Board realizza progetti di digital marketing e co-marketing con brand ambassador in Italia e in tutto il mondo. Per i consumatori vengono invece realizzate campagne Pr e progetti digital per promuovere sia la qualità premium delle Prugne della California, sia la loro versatilità in qualità di ingrediente dalle eccellenti qualità nutrizionali per ricette realizzate in collaborazione con i migliori chef ed esperti d’Europa. Inoltre, gli account social di Prugne della California per l’Italia (Facebook e Instagram) sono un ulteriore volano di visibilità e di comunicazione con il sito web californiaprunes.net/it, che viene costantemente aggiornato.

Quali sono, per il California Prune Board, gli obiettivi per il 2021 e a più lungo termine?

 I tre obiettivi prioritari del California Prune Board per il 2021 sono, in primo luogo, migliorare l’attenzione sul tema “good for you”, concentrandosi sui numerosi benefici nutrizionali legati al consumo regolare di Prugne della California. Inoltre, puntiamo a generare più occasioni di prova prodotto possibili per i consumatori italiani e ad allargare il target di potenziali consumatori: dalle mamme che si curano dell’alimentazione della loro famiglia, alle persone amanti dell’attività sportiva che cercano uno snack naturale ricco di energia, proseguendo nell’aumento del volume di vendita delle Prugne della California.

(Visited 158 times, 1 visits today)