vog_topnews_07set-02nov
Biologico

Frutta e verdura on-line, ma si ritira pure al bar, in edicola o in ferramenta

Paniere bio

Ortofrutta biologica dalla Sicilia a tutta Italia, si chiama Paniere Bio. La struttura organizzativa: 90% produttori, 10% commercianti

Frutta e verdura biologica dalla Sicilia a tutta Italia.  Si chiama Paniere Bio e sventola e sbandiera la struttura organizzativa: 90% produttori e 10% commercianti. Ma chi sono? Rispondono direttamente sul sito internet: la vendita diretta ai consumatori dell’azienda agricola biologica Natura Iblea.  Una vecchia conoscenza di myfruit.it  grazie al premio Welfare Champion ovvero campioni di rispetto dei diritti e del benessere dei dipendenti.

Con Paniere Bio solo frutta e verdura certificata

L’azienda siciliana aveva già  l’e-commerce, la novità è la consegna di frutta e verdura biologica. Il consumatore consulta il catalogo, pochi click e poi  riceve comodamente a casa sua la cassetta. La gran parte dei prodotti è fresca e ci tengono a sottolineare dall’azienda: “Segue scrupolosamente i principi dell’agricoltura biologica ed è in possesso di certificato bio”.

Nel paniere pure le patate “Brutte ma buone”. Dalla Spagna il mango equo e solidale

La gran parte dei prodotti sono siciliani

Il paniere è abbastanza vario e non esitano a scrivere nel carrello della spesa per le patate biologiche: “Sono brutte, ma buone”. Tra gli altri prodotti di origine siciliana: cipolle bianche, aglio, uva Vittoria, barbabietole, melanzane, pere, susine, pomodori ma pure le carrube bio. Il menù offerto è quasi tutto siciliano, c’è qualcosa di origine Italia come le mele ma pure referenze in arrivo dalla Spagna: il mango, definito equo solidale, e la patata americana rossa dolce. In ogni caso sempre bio.

Come si ordina e come si paga: anche in contrassegno

Ma come funziona? Si può ordinare quando si vuole, ma viene consigliato come giorno ottimale il giovedì quando si aggiorna il listino con le novità. Per le consegne nella penisola il cliente viene avvertito tramite mail mentre per la Sicilia ci sono dei giorni  prestabiliti a seconda della provincia di residenza.  Si può pagare in contrassegno, con supplemento di tre euro, oppure con bonifico, carta di credito o paypal. Il costo della spedizione? Oltre i 19 euro è gratis in Sicilia, mentre nel resto d’Italia non si paga oltre i 59 euro. Altrimenti il costo è di 6,50 euro.

Una rete di punti di ritiro originale: dal ferramenta al tabaccaio, dall’erboristeria all’agenzia viaggi

paniere bio

Consegna anche nel luogo di villeggiatura

Oltre la spedizione a domicilio di frutta e verdura Natura Iblea ha creato una rete di ritiro a livello nazionale dove  è possibile ritirare la propria cassetta, se si superano i 25 euro a livello nazionale non si paga la spedizione. Un elenco vario e originale. Si può prendere la propria spesa bio  in una ferramenta di Roma, dal tabaccaio ad Avola oppure in erboristerie, edicole, agenzie viaggi, bar o al mercato delle erbe di Bologna.  Tutto in buone condizioni assicurano dalla Sicilia: grazie al trasporto refrigerato.

La frutta più venduta? Le banane dall’Ecuador

Va bene il locale, va bene il chilometro zero ma i consumatori biologici non disdegnano la frutta esotica. Quella più venduta? Le banane equo solidali dall’Ecuador seguite dalle patate brutte ma buone, carote, il pomodoro ciliegino biologico e poi mango spagnolo e avocado peruviano. All’ortofrutta si aggiungono poi tutti i trasformati: marmellate, sughi, condimenti e tanto altro.

(Visited 200 times, 2 visits today)