Trend e Mercati

Ortofrutta, il 40% degli italiani la mangia ogni giorno

Pubblicati i risultati della ricerca condotta da Nomisma per Unisalute “Prevenzione e stili di vita”. E il 53% non rinuncia alle verdure di stagione

Il 40% degli italiani consuma frutta tutti i giorni e più volte al giorno, idem per la verdura mangiata con la stessa frequenza dal 39% degli italiani. Questo l’identikit del consumatore a tavola emerso dalla ricerca “Prevenzione e stili di vita” curata da Nomisma per Unisalute e i cui risultati sono stati presentati nel corso dell’evento #VivereInSalute.

La ricerca ha avuto l’obiettivo di indagare l’orientamento verso stili di vita sani attraverso tre argomenti di indagine: le abitudini alimentari, l’attività fisica e la prevenzione. Confrontando i dati nelle tre categorie, emerge che il 32% degli italiani, quindi uno su tre, adotta stili di vita corretti, con un occhio di riguardo verso ciò che mette a tavola, tenendosi in forma, dimostrandosi attento alla prevenzione e programmando visite e regolari controlli medici.

Per quanto riguarda l’alimentazione,  tra i cibi maggiormente presenti tutti i giorni sulle tavole compaiono  appunto frutta e  verdura, consumate più volte al giorno dal 40% e dal 39% degli intervistati. Seguono pane, pasta, riso e patate (23%). Un ingrediente principe della dieta mediterranea è quello al quale il 64% degli italiani non rinuncerebbe mai: l’olio extra vergine di oliva. Oltre la metà degli intervistati (53%) non rinuncia, poi, alle verdure di stagione.

Silvia Zucconi, Responsabile Market Intelligence di Nomisma

Silvia Zucconi, responsabile market intelligence di Nomisma

“Dati positivi – commenta Silvia Zucconi, responsabile market intelligence di Nomisma – ma possiamo fare di più, soprattutto per aumentare il consumo di proteine del pesce”.

La cucina preferita è quella regionale italiana indicata dal 91% degli intervistati, mentre il piatto che va per la maggiore è la pizza (65%).
Che gli italiani siano innamorati della cucina è confermato anche dai dati relativi alla percezione del cibo: per il 68% il cibo è fonte di soddisfazione, piacere e felicità, mentre per il 49% rappresenta un momento di condivisione e socialità. Un italiano su tre è convinto che l’alimentazione sia un veicolo di benessere e considera il cibo un modo per mantenersi in salute.

La forte consapevolezza del nesso tra abitudini a tavola, corretti stili di vita e salute emerge anche dai dati relativi alle preoccupazioni sulla cattiva alimentazione: sovrappeso e obesità sono considerati i principali rischi di un’alimentazione sbagliata dal 32% degli intervistati mentre una persona su cinque si dice e preoccupata per la possibile correlazione con l’incidenza di tumori, il 16% per l’innalzamento dei livelli di colesterolo e il 15% per gli effetti negativi su circolazione e malattie cardiovascolari.

(Visited 144 times, 1 visits today)

Scrivi un Commento