solarelli_topnews_16-30set
Trend e Mercati

Coldiretti, cresce la vendita diretta di ortofrutta

OrtofruttaVenditaDiretta
Redazione
Autore Redazione

Dal 2010 al 2014, secondo la ricerca presentata a Macfrut, il canale diretto è passato dal 10 al 14%. Tonello: “Segno di una fiducia in chi ci mette la faccia”

Se i consumatori  avessero sotto casa diversi tipi di negozi in cui fare la spesa, la prima scelta per l’acquisto di ortofrutta sarebbe il produttore e solo come ultima scelta entrerebbero in un ipermercato. È quanto emerge dall’indagine realizzata da Roberto Della Casa, docente di Marketing dei Prodotti Agroalimentari all’Università di Bologna, polo di Forlì, e presentata a Macfrut durante il convegno organizzato da Coldiretti Emilia-Romagna dal titolo “Valore della qualità e della diversificazione nell’ortofrutta”. Secondo il campione di intervistati a livello nazionale, a parità di possibilità sotto casa, il 37% dei consumatori acquisterebbe ortofrutta dal produttore seguito a grande distanza dal fruttivendolo, 16%, dai supermercati, 14% e ipermercati, 10%.

L’espansione del canale della vendita diretta – secondo quanto emerso nella relazione il docente – è aumentata in Italia negli ultimi tre anni di 4 punti percentuali, passando dal 10 per cento del 2013 al  14 per cento del 2016. “Segno – commenta il presidente di Coldiretti Emilia Romagna, Mauro Tonello – di una fiducia in chi ci mette la faccia, come testimonia il crescente successo dei mercati e delle fattorie di Campagna Amica promossi da Coldiretti che consentono di ricostruire un rapporto diretto tra chi produce e chi consuma nel segno della trasparenza”.

Campagna Amica – ricorda Coldiretti Emilia Romagna – con una presenza estesa, dalle fattorie ai mercati, dai ristoranti al cibo di strada, dagli agriturismi agli orti urbani è diventata la più vasta rete di vendita diretta degli agricoltori organizzata con proprio marchio alla quale vanno riferimento oggi in Italia quasi ventimila agricoltori e che in Emilia Romagna può contare su oltre mille punti vendita, tra fattorie, mercati e botteghe.

Scrivi un Commento