webinar_pomodori_topnews_27/06-04/07
Retail

Carrefour e blockchain, prosegue il progetto dell’insegna

Avatar
Autore Redazione

Questa volta nel mirino ci sono i prodotti bio. Si parte con le arance dessert di origine spagnola

Era il 2018 quando Carrefour iniziò a parlare di blockchain, ossia di un sistema che, con il supporto di un semplice smartphone, ha il potere di far scoprire la storia dei prodotti. Ora, a partire dal mese di aprile, l’insegna utilizza la tecnologia blockchain con i prodotti a marchio Carrefour Bio.

Come funziona

Un qr code diverso per ogni lotto viene applicato sull’etichetta del prodotto. Inquadrandolo con il proprio device, il consumatore viene rimandato a una pagina ad hoc dove potrà consultare i dati dall’origine fino al confezionamento: informazioni sulla provenienza, il metodo di produzione, ecc.
Si tratta quindi di un accesso trasparente a tutte le informazioni disponibili sul prodotto, dalla produzione fino alla spedizione e disposizione all’interno dei punti di vendita. Si parte con l’arancia da dessert di origine spagnola, confezionata in vassoi da quattro.

Fonte: Carrefour

(Visited 110 times, 1 visits today)