sorma_topnews_17giu-1lug
Reparto Ortofrutta

Quando i limoni finiscono in pescheria e macelleria

CitrusOrtoItaliano_Limoni_PescheriaMacelleria
Redazione
Autore Redazione

Originale operazione di cross-selling ideata da Citrus l’Orto Italiano. Da giugno presente nei punti vendita Unes, Auchan e Basco (Gruppo Sogergross)

Il cross-selling è tecnica da sempre usata all’interno della grande distribuzione e più o meno tutte le insegne la utilizzano, chi in modo classico e tradizionale – fragole e panna, uova e asparagi – chi con maggiore originalità. È ora un produttore del settore ortofrutticolo a proporre un’idea certamente non così usuale al mondo del retail, e non viceversa: un packaging di limoni a due frutti posizionati in espositori ideati ad hoc per i reparti pescheria e macelleria.

L’idea è di Citrus l’Orto Italiano, giovane e dinamica realtà di Cesena nata quattro anni fa dalla verve della giovane Marianna Palella, Ceo e Brand Manager, insieme alla mamma Paola Pappalardo, Direttrice Generale e Responsabile Commerciale dell’azienda. L’azienda, grazie a molte operazioni, prime fra tutte la partnership con la Fondazione Umberto Veronesi, si è fin dall’inizio fatto notare per la sua spinta innovativa all’interno del settore.

A sposare l’idea sono già una serie di nomi del mondo della Gdo – Unes (coni punti vendita U2 e Il Viaggiator Goloso) Auchan, Supermercati Basco (Gruppo Sogergross) – che posizioneranno queste nuove confezioni nei reparti pescheria e macelleria. Ovviamente è stata donata attenzione all’aspetto della sostenibilità del packaging, argomento sempre più attuale e nei confronti del quale sta crescendo la sensibilità sia del retail che dei consumatori: quindi le confezioni contenenti i limoni sono in plastica R-Pet, riciclata e riciclabile, mentre l’espositore è realizzato in cartoncino certificato FSC (Forest Stewardship Council),  proveniente da foreste gestite in maniera responsabile su tutti i fronti (ambientale, sociale ed economico).

L’obiettivo, naturalmente, è quello di proporre questa idea, prossimamente, a tutti i gruppi del mondo della Gdo con i quali l’azienda già collabora.

1 Commento

Scrivi un Commento