Cultiva_SuperMobile_12ago-4sett
Interpoma_topnews_1ago-11sett
Reparto Ortofrutta

Frutta e verdura a domicilio. Anche in bicicletta.

Milano e Parma: due idee diverse, dinamica la prima, retrò la seconda, di pensare il delivery di ortofrutta, possibilmente bio

C’è chi consegna a domicilio tra i 250 e i 300 pasti al giorno mettendo al centro della propria offerta frutta e verdura, ricevendo ordini direttamente dal proprio sito internet o via telefono e chi, invece, a settembre comincerà a svolgere l’attività di ortolano in un modo altrettanto alternativo: con una bicicletta. Da una parte “Lattughino”, attività milanese partita da poco più di un anno per mano di Stefano Capelli, un ex manager della moda, insieme a Christian Minutoli e Paolo Marzani; dall’altra Andrea Saccon, 40 anni, che da metà settembre consegnerà frutta e verdura rigorosamente bio a Parma una volta a settimana con un vecchio carretto da panettiere degli anni Quaranta ritrovato a Pavia e restaurato. Di una delle realtà più dinamiche del mondo del moderno delivery ne parla Bar Giornale che ne sottolinea “l’immagine pop”, secondo quanto afferma il suo stesso creatore: “fatta di etichette ammiccanti, scatole che aprendosi diventano tovaglie da picnic, mezzi di trasporto brandizzati e un grande uso di materiali eco-friendly”. Le pagine di Parma de La Repubblica, invece, raccontano la storia del nuovo “ciclo-ortolano” che per la sua idea si appoggerà al sito milanese www.ilbuonessere.it per la selezione dei fornitori: “Per ridurre gli sprechi, gli imballaggi saranno fatti con carta riciclata e le confezioni verranno riutilizzate fino a quando resistono”.

(Visited 54 times, 1 visits today)
superbanner