Romagnoli_mobile_16/05-30/05
Aweta_topnewsgenerali_16/05-30/05
Nordovest_topnews_16/05-30/05
mytropical Prodotti

Sicilia Avocado: l’esotico italiano che conquista anche l’Europa

sicilia avocado

Il gruppo che associa 23 aziende su 130 ettari coltiva pure mango, papaya, passion fruit

Sicilia terra di avocado, mango, papaya, passion fruit. Non è più una nicchia, non è più una novità la coltivazione dei frutti esotici nella nostra isola maggiore, ma una filiera sempre più strutturata e organizzata che conquista l’Europa. Ne parla a myfruit.it Andrea Passanisi, fondatore di Sicilia Avocado, al termine della stagione 2020/21 di avocado e papaya e proiettato verso la campagna estiva di passion  fruit e mango.

I cambiamenti climatici pesano sulla frutta esotica, avocado più piccoli

Andrea Passanisi

L’imprenditore Andrea Passanisi

Passanisi parte dal clima, quello speciale siciliano che permetta anche all’Italia di produrre e vendere numerose varietà di frutta esotica, ma non mancano le criticità. “La raccolta è stata timida, per via dei cambiamenti climatici con le temperature primaverili basse rispetto alla media. Questo ha provocato un ritardo nella raccolta. Si tratta di un fenomeno che non fa bene all’agricoltura, quasi la primavera non l’abbiamo vista in Sicilia, almeno secondo i nostri standard”.

Usa la franchezza l’imprenditore, anche nel carrello dell’e-commerce dove avverte i clienti sullo stato dell’avocado: “Sta per terminare, sono di dimensioni più piccole del solito, ed i quantitativi disponibili settimanali saranno sempre più limitati“. Mai tradire la fiducia del consumatore.

La domanda soprattutto dall’estero

L’Italia esotica, anche se concentrata soprattutto in Sicilia, produce spesso per i mercati oltre confine. “Abbiamo iniziato prima con l’estero ma negli ultimi sei-sette anni abbiamo assistito ad una crescita progressiva, seppure lenta, anche nel nostro Paese. Un dato positivo anche l’interesse della Gdo”. Passanisi spiega alcune analisi sulla tendenza esotica nei recenti consumi degli italiani: “Molti pensano che l’avocado sia di moda, ma se si va a vedere il consumo pro-capite in Europa e nel resto del mondo rappresentiamo il fanalino di coda“. Meno domanda rispetto ad altri Paesi, ma pure in Italia è vivo l’interesse verso questi frutti: “Si inizia a comprendere, a prescindere dal nostro prodotto siciliano, che l’avocado fa bene. Parliamo di un cibo nutraceutico con riflessi positivi e salutari per il nostro corpo”.

C’è tanta concorrenza estera? “Noi diamo una prospettiva al cliente che può scegliere tra quello coltivato all’estero –  spesso non si sa come e non si sa dove – con tanti giorni di trasporto e il nostro“. Sulla nutraceutica il manager siciliano giustamente insiste: “Ne parlano i nutrizionisti, e ne parlano alla Fao“.

mango

il mango dell’Etna

Un gruppo che unisce 23 aziende per 130 ettari

L’esotico conquista sempre più gli imprenditori agricoli siciliani. Passanisi offre alcuni riferimenti sul suo gruppo: “Sono 23 aziende più tanti piccoli conferitori e gestiamo commercialmente oltre 130 ettari“.

Le aziende sono diffuse in diverse parti della Sicilia, ma citiamo i campi che si estendono alle pendici dell’Etna: “A Giarre, per esempio, dove la terra è sabbiosa e vulcanica e dove si gode di un clima che oscilla da 18 a 27 gradi. Questa è la zona più vocata e dove non si consuma molta acqua. Un aspetto rilevante ed etico perché non si spreca una risorsa così importante. I terreni qui sono ricchi di micro elementi e possiamo vantare una media per ettaro tra i 18 e i 22mila chili se non di più, abbiamo superato anche i 24mila”.

A luglio passion fruit e mango biologico

sicilia avocadoTerminati avocado e papaya, a cui sono dedicati sei ettari, via alla raccolta degli altri frutti esotici. Si parte da luglio e si prosegue ad agosto con passion fruit e mango biologico. Su quest’ultimo prodotto Passanisi sottolinea: “Siamo la prima azienda a presentarlo al mercato nazionalevendiamo bene in Francia e Svizzera dove è molto apprezzato. Vantiamo 17 gradi Brix, una meraviglia”. Un’ eccellenza.
I canali di distribuzione? “La Gdo, alcuni mercati all’ingrosso nazionali e poi da nove anni coltiviamo il mercato online con delle belle soddisfazioni grazie ai 40mila utenti che ci seguono“. E comprano esotico siciliano, tradizione e innovazione.

(Visited 1.099 times, 3 visits today)
superbanner