Dalle aziende Prodotti

Mele altoatesine, sotto la lente la nuova varietà croccante

Rossa, succosa, soda e caratterizzata da ottima conservabilità. E’ Cosmic Crisp di Vog e Vip, sul mercato a partire dalla stagione 2021/22

“Un piacere celestiale. Ad ogni morso”. Con questo claim è stata lanciata Cosmic Crisp la mela che, dopo il successo ottenuto sul mercato statunitense, verrà coltivata e commercializzata in esclusiva sul mercato europeo dai consorzi dell’Alto Adige-Südtirol Vog e Vip.

Rossa, molto succosa, croccante e soda, è caratterizzata da gusto bilanciato e profumi che spaziano dai frutti esotici al kiwi, dall’uva spina alla scorza d’arancia. Cosmic Crisp ha lenticelle bianche e sfondo giallo e una texture che la distingue: è infatti composta da cellule di dimensioni quasi doppie rispetto alle altre mele, una struttura che regala a chi l’assaggia una inedita intensità del gusto. Grazie alla polpa che tende a non perdere consistenza, ha un’ottima conservabilità. Naturalezza, delizia ed esclusività; sono i tre valori che la nuova varietà si prefigge di trasmettere.

Ci sarà anche la versione biologica

Cosmic Crisp è nata dall’incrocio delle varietà Enterprise e Honeycrisp ed è di proprietà della società americana Washington State University di Wenatchee (Wsu).

Le prime piante madre sono arrivate in Alto Adige-Südtirol nel 2015; due anni dopo sono stati effettuati i primi trapianti, ben riusciti grazie alle caratteristiche pedoclimatiche della zona, particolarmente adatte allo sviluppo di questa mela.

La raccolta è prevista a inizio ottobre, mentre la commercializzazione avviene nella seconda metà della stagione, da gennaio fino ad agosto. Per gusto e posizionamento si tratta di una mela premium, che mira a migliorare l’offerta varietale del territorio Altoatesino. Sarà disponibile anche in versione biologica.

Vog e Vip hanno iniziato la coltivazione a fini commerciali e lanceranno sul mercato quantitativi significativi a partire dalla stagione 2021-22.

(Visited 111 times, 1 visits today)
MYTECH_bottomnews_30ott-30aprile