Prodotti

Il Car celebra il carciofo

CarRomaCarciofo
Redazione
Autore Redazione

19 milioni di pezzi venduti all’anno. Al centro agroalimentare di Roma celebrato il prodotto protagonista della tradizione culinaria romano-giudaica

Solo nel solo centro agroalimentare della Capitale ne vengono venduti 19 milioni di pezzi all’anno. È il carciofo, uno dei prodotti orticoli più amati in Italia e che vede Roma una delle capitali del consumo. Venerdì 7 dicembre è stato proprio il Mercato di Roma a celebrarlo uno show cooking con gli chef Fabio Campoli e Giovanni Terracina. All’evento, organizzato per far conoscere al mondo dei consumatori il “Brand Identity Cuor di CAR”, sono intervenuti anche Ruth Dureghello, Presidente della Comunità ebraica di Roma, il Presidente del Car Valter Gianmaria e il direttore generale Fabio Massimo Pallottini.

“Non c’è nulla che unisce di più di mangiare insieme e proprio nella tavola abbiamo riscoperto una tradizione antichissima che è quella della cucina ebraica – ha affermato Ruth Dureghello – . Gli ebrei romani arrivarono a Roma 22 secoli fa e questo è parte della nostra cultura. Oggi abbiamo cucinato il carciofo alla “giudia” che ne è un esempio tipico”. Valter Gianmaria ha sottolineato l’importanza di questo prodotto all’interno della ristorazione romana e laziale, che si rifornisce al Car.

“Il carciofo rappresenta uno degli ortaggi al quale mi sento più legato – ha spiegato lo chef Fabio Campoli – in quanto rappresenta uno degli ortaggi più apprezzati nell’ambito della produzione laziale ed italiana in generale. Non solo. In ogni carciofo sono racchiusi la memoria ed i segreti di una cucina emozionale tramandata di famiglia in famiglia in pressoché ogni parte del nostro magnifico territorio”. Lo chef Giovanni Terracina ha invece affermato come l’ebraismo romano sia molto radicato e come il carciofo sia “uno dei simboli della nostra tradizione culinaria e in particolare lo è per la Comunità romana”.

Scrivi un Commento