sorma_topnews_13gen1feb
Prodotti

Zucca amara, l’edera alternativa dai frutti benefici

ZuccaAmara

In Italia è ancora poco conosciuta, ma dal 2014 viene coltivata anche a Milano. All’estero ha molto successo e c’è chi vi ha scritto un libro per bambini

Parliamo dell’Ampalaya Charantia, detta anche Momòrdica, nome non casuale, ma che evidenzia l’aspetto più caratteristico di questo frutto: simile a una zucchina o a un cetriolo si differenzia per la buccia che non è liscia e uniforme bensì ricoperta da piccoli avvallamenti che sembrano dei veri e propri morsi. Anche Charantia sembra avere la sua motivata spiegazione. Traducibile con “palo da sostegno” serve per descrivere un’altra caratteristica di questa pianta che è rampicante e facilmente utilizzabile come adornamento per i pergolati. Un valido suggerimento per chi voglia avere un’edera alternativa e ricca di proprietà benefiche.

BitterMelonDell’Ampalya si possono mangiare semi, foglie e ovviamente il frutto che nonostante sia molto nutriente ha un bassissimo contenuto calorico. La proprietà più importante è la sua capacità di abbassare il livelli di zucchero contenuti nel sangue, caratteristica confermata da diversi studi scientifici grazie ai quali è stato creato un prodotto farmaceutico, il Fragon Bitter Melon, un vero e proprio estratto di frutto concentrato. Il melone amaro, altro appellativo per questa pianta miracolosa, è inoltre un potente antiossidante ed è richissimo di vitamina C. Fa bene alla pelle e dai laboratori arriva la conferma che aiuta a contrastare e prevenirne i tumori, quindi l’Ampalya è anche un anticancerogeno.

Originaria delle Filippine, la pianta cresce nelle zone tropicali ed è largamente diffusa in Africa, Sud America e nei Caraibi. Dal 2014 si coltiva anche a Milano grazie al progetto “Nutriamo la città che cambia” patrocinato dal comune in collaborazione con CAI, confederazione italiana agricoltori. In previsione dell’imminente dell”Expo si decise di puntare sulla coltivazione di prodotti ben noti al crescente numero di stranieri che vivono in città e nello stesso tempo di introdurre nuovi gusti e pietanze nella dieta dei cittadini meneghini. L’Azienda Agricola Corbari di Cernusco sul Naviglio, capofila del progetto, ha così introdotto in via sperimentale una coltivazione di bitter melon, commercializzandolo sia ai ristoranti che direttamente al pubblico grazie ai gas e al loro spaccio aperto a tutti.  Per spiegare ai più piccoli di cosa si tratta su Amazon è in vendita un simpatico libro per bambini in lingua inglese che racconta con umorismo la storia e le curiosità sul bitter melon.

(Visited 117 times, 1 visits today)

Scrivi un Commento