vog_topnews_07set-02nov
Prodotti

Partita la raccolta della varietà Gala per il Consorzio Melinda

Nonostante le preoccupazioni legate alle recenti grandinate e al calo di produzione, c’è un cauto ottimismo

L’arrivo di Beatrice, l’annunciato anticiclone che doveva spazzare via il caldo che ha coperto la penisola nel mese di agosto, ha portato con sé, come d’altronde previsto, anche, purtroppo, burrasche ma soprattutto grandinate. I primi danni sono arrivati proprio in Trentino, che in questo periodo è in grande fermento per la raccolta annuale delle mele, in particolare dell’importante varietà Gala: l’epicentro è stato localizzato a Levico e Caldonazzo, ma i grossi chicchi di ghiaccio hanno colpito, come raccontano le cronache locali, anche Calceranica, Vigolo Vattaro, Riva, Arco e Torbole. Intanto il Consorzio Melinda ha dato il via, proprio in questi giorni, alla raccolta delle mele Gala ai frutticoltori associati della Bassa Val di Non. Le previsioni confermano il dato in calo rispetto al 2011 di circa il 21% (Red Delicious – 48%, Canada – 36%, Fuji – 27%, Golden -8%.), soprattutto a causa delle gelate primaverili. Come dichiarato dal presidente di Melinda Michele Odorizzi, la produzione sta per essere collocata sul mercato e il bilancio, nonostante i dati deficitari, è comunque positivo anche se ai soci del Consorzio il prezzo pagato al kilo sarà inferiore rispetto all’anno scorso. “La pezzatura è in linea con le buone annate, sia ancora in una fase di buona crescita giornaliera – ha dichiarato Odorizzi al Trentino Corriere Alpi – il gran caldo del mese di agosto fino ad oggi non ha creato problemi. L’approvvigionamento idrico, anche grazie al sistema di irrigazione con impianti a goccia sta reggendo bene”. Nonostante la delicata fase economica, quindi, insieme alle bizze del tempo, c’è fiducia e un cauto ottimismo, sia per la conclusione dell’annata commerciale in corso che per la prossima alle porte.

(Visited 8 times, 1 visits today)