In sintesi

04 luglio 2024

Dolce Passione, la produzione di Lorenzini Naturamica

119
Una storia trascorsa nei campi, per portare dalla terra alla tavola prodotti di qualità. Il successo dell’azienda agricola Lorenzini Naturamica è determinato da quarant’anni di lavoro, oggi ben visibili in una superficie di circa 560 ettari di terreni fertili della Pianura Padana e 120 ettari nell’areale di Pachino (Siracusa) in Sicilia, con una conduzione basata su una politica di qualità, genuinità e garanzia. 

Il melone, con le sue linee principali King’s Red, Harper Rosso, Jollino, Dolcitaly, Unique, rappresenta da sempre la principale produzione dell’azienda Lorenzini Naturamica. Ma negli ultimi due anni “la passione ha cambiato colore” e si è fatta spazio la produzione di un particolare tipo di anguria chiamata Dolce Passione.  
                     

Dolce Passione sotto la lente

Dolce Passione è il cocomero a buccia nera della varietà Giotto, di ricerca al 100% italiana, ditta sementiera Italiana e prodotto esclusivamente in Italia, con una polpa rosso vivace, croccante, zuccherina (gradi Brix superiore a 12), molto ricca di fibre grazie anche all’assenza di semi. Altra caratteristica unica: Dolce Passione ha un’ottima conservabilità di oltre 20 giorni, con un peso medio dai quattro ai sei chili e una produzione totale del Consorzio di 20mila tonnellate dove solo Lorenzini Naturamica ne produce seimila distribuite su una superficie di 100 ettari essendo il socio con la produzione maggiore. 

I terreni si trovano quasi tutti in provincia di Ferrara, ma anche nella provincia di Mantova e Siracusa. Il Consorzio Dolce Passione è formato da cinque soci (Lamboseeds, Lorenzini Naturamica, Ortofrutta Castello, Almaseges, Cico Mazzoni).

Lorenzini Naturamica distribuisce i suoi prodotti di cui anche Dolce Passione su tre canali: e-commerce diretto ma soprattutto sulla piattaforma Cortilia, nei mercati ortofrutticoli del centro nord e nelle Gdo e Do (supermercati Alì, Crai, Migross, Tosano, Banco fresco, Iper la grande I, e altri ancora) prevalentemente nel centro-nord Italia e infine anche diversi mercati europei e internazionali.

Le certificazioni

Oltre alla tracciabilità unica, alla qualità unica e garantita, Lorenzini Naturamica ha voluto sempre certificare i propri punti di forza: certificazione Iso 9002 prima azienda agricola in Italia a certificare il sistema di lavoro di qualità, certificazione Global Gap, certificazione di prodotto, certificazione Grasp, in via di certificazione Ifs, oltre alle certificazioni Lorenzini Naturamica punta sulla lavorazione e sulle tecnologie applicate alle produzioni. 

Ogni frutto è codificato e accompagnato da una propria carta d’identità consultabile online, digitando il codice numerico impresso a Laser sulla buccia del frutto, direttamente da parte del consumatore. Dal 1998 è la prima azienda in Europa ad aver utilizzato la tecnologia a Nir, un sistema non invasivo e dotato di un’alta precisione: il Well-Brix, un analizzatore giapponese che analizza ogni frutto (melone, anguria, ecc.) e ne garantisce il grado zuccherino.                                                                       

       

Fonte: Lorenzini Naturamica 

Potrebbe interessarti anche