VOG_ topnews_3-23 gen
Packaging e Tecnologie

Aeroponic 2100: frutta e verdura viaggiano in dirigibile

Futuristiche vertical farm volanti portano cibo on demand nel mondo. Alimentate a energia solare ed eolica sono anche sostenibili

Per risolvere il problema della distribuzione del cibo nel mondo ancora una volta sono state chiamate in causa la vertical farm e le coltivazioni idroponiche e aeroponiche. Ma a differenziare il progetto Aeroponic 2100 da tanti altri è il luogo spaziale in cui avverranno le coltivazioni.

Il newyorchese studio Mcheileh propone infatti di costruire enormi dirigibili in cui coltivare cibo da distribuire laddove necessario. Un’idea futuristica e visionaria che si è aggiudicata il secondo posto nel concorso Redesign the World della rivista di architettura Dezeen volto proprio a individuare nuove idee per ripensare il pianeta e renderlo più sostenibile.

Il progetto nel dettaglio

Nella pratica, i dirigibili di Aeroponic 2100 sono vere e proprie vertical farm: nei contenitori spaziali si coltivano infatti ortaggi e frutta con la tecnica idroponica o aeroponica. I dirigibili poi, sorvolando paesi e città, distribuiscono i prodotti dove servono. Secondo gli ideatori di Aeroponic 2100 il vantaggio è duplice: si trasporta cibo su lunghe distanze tramite modalità di trasporto alternative e sostenibili e si risparmia suolo.

I dirigibili ideati dallo studio Mcheileh sono infatti climatizzati – il che li rende indipendenti dalle condizioni esterne –  autosufficienti – sono infatti alimentati da energia solare ed eolica – e progettati per viaggiare ovunque, anche in ambienti desertici e in siti colpiti da disastri naturali. Il trasporto avviene a bassa velocità e i singoli dirigibili sono sempre in collegamento con un hub centrale: l’energia solare viene convertita in calore, il che consente il sollevamento gravitazionale richiesto per far volare il dirigibile.

“I dirigibili sono veri e propri mercati in cui si vende cibo – si legge nella pagina del progetto – All’interno offrono anche spazio per incontri sociali, eventi comunitari e attività ricreative”.

Al momento non ci sono previsioni in termini temporali circa la realizzazione concreta del progetto, ma gli ideatori sembrano crederci veramente, tanto che hanno pensato a tutti gli aspetti: “Aeroponic 2100 è modulare e consente di sviluppare dirigibili di dimensioni diverse a seconda delle necessità – scrivono nella descrizione – L’acqua piovana viene raccolta e immagazzinata internamente e poi filtrata per alimentare gli impianti. L’acqua può essere anche raccolta da mari e oceani e dissalata prima di essere utilizzata”.

(Visited 88 times, 1 visits today)
superbanner