Romagnoli_mobile_16/05-30/05
CPR_topnewstec_16/05-13/06
Aweta_topnewsgenerali_16/05-30/05
Nordovest_topnews_16/05-30/05
Packaging e Tecnologie

Comieco: “Carta e cartone primi alleati contro lo spreco alimentare”

Avatar
Autore Redazione

Il consorzio commenta positivamente i dati diffusi da Waste Watchers nell’ottava giornata dedicata a questo tema

“Nonostante le 3.624.973 tonnellate di cibo ancora sprecato nel 2020, nell’anno della pandemia e del boom di e-commerce e food delivery si è registrato un -11% di spreco alimentare a livello nazionale e il 54% degli italiani ha migliorato le proprie strategie anti-spreco, trovando nel packaging un fedele alleato. Carta e cartone sono al top tra le preferenze degli italiani, perché in grado di unire sicurezza e sostenibilità”. E’ questo il commento di Comieco, consorzio nazionale per il recupero e il riciclo degli imballaggi a base cellulosica, all’indomani del rapporto diffuso da Waste Watchers, che segnala appunto un -11% di spreco alimentare in Italia nel corso del 2020.

“La carta – commenta ancora Comieco – è un materiale naturale, biodegradabile e riciclabile che ben si presta anche ad essere utilizzata nel settore del packaging alimentare. Carta e cartone sono del resto costante oggetto di ricerca e innovazione, nell’ottica di coniugare sempre di più prestazioni, sicurezza e sostenibilità”.

L’81% dei consumatori italiani si dichiara disposto a pagare di più per un pack sostenibile

“Secondo la ricerca che abbiamo condotto con la scuola superiore Sant’Anna di Pisa – afferma Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco – l’81% dei consumatori italiani è disposto a pagare di più un prodotto se questo è imballato in un packaging sostenibile, contro una media europea del 77% e, sempre la stessa ricerca, individua come l’utilizzo di materiali riciclati e la sua riciclabilità finale sia la caratteristica principale di un imballaggio sostenibile. Comieco, insieme alla filiera del packaging, è da tempo impegnato per promuovere soluzioni che vadano incontro alle nuove esigenze dei consumatori, che incidono anche sulle decisioni strategiche delle aziende”.

“Il tema è sempre più attuale – riprende Comieco – se si considera lo sviluppo del food delivery, che nel 2020 ha accelerato processi già in evoluzione, in relazione proprio alla progettazione e innovazione degli imballaggi a base cellulosica. Dalla doggy bag, ai cartoni per la pizza, ai sacchetti per alimenti, carta e cartone si confermano saldamente al primo posto nelle preferenze dei consumatori. Se interrogati sulle tipologie di packaging, il 72% dei consumatori europei dichiara di preferire in assoluto carta e cartone per la loro sostenibilità e per la facilità di riciclo”.

(Visited 141 times, 1 visits today)
superbanner