Cultiva_SUPERbanner_3-9ott
Interpoma_topnews_26set-16ott

Quando le ananas “modenesi” del Ghana erano un modello

Da caso di successo di cooperazione internazionale al fallimento due anni fa

Due anni fa il fallimento definitivo, ma la vicenda di GhanaCoop sembra una ferita ancora aperta. ModenaQui, infatti, vi dedica ampio spazio e torna sulla vicenda della cooperativa che conquistò, in pochi anni, pagine e copertine di tutto il mondo, dai servizi della Cnn alla visita dell’ex segretario generale dell’Onu Kofi Annan a Modena, portata a esempio di modello di cooperazione internazionale. Nata nel 2005, coinvolse la numerosa comunità ghanese della città e 700 famiglie del villaggio di Gomoa Simbrofo che trovarono reddito e lavoro attraverso le attività di import-export di ananas targate commercio equo e solidale. Poi il buco da quasi due milioni di euro a causa del mancato pagamento di una partita di ananas da parte di un grossista campano e una gestione aziendale non certo impeccabile che il commercialista che seguì la vicenda, oggi, giudica quanto meno “ingenua”. È proprio il commercialista, Adriano Dalfiume, che ripercorre il tentativo a lui affidato di evitare il fallimento e che, tornando sulla vicenda, afferma che il piano di risanamento sembrava cosa fatta, attraverso l’accordo raggiunto con banche, creditori e distributori. Poi il cambio di rotta: “La banca capofila dell’operazione iniziò a rimandarci ad interlocutori diversi e iniziò una vera e propria fase di sfinimento. Passarono mesi di silenzio e ci rendemmo conto che il piano di salvataggio non era più condiviso. Il fallimento era quindi inevitabile”.

Fonte foto: Modenaqui.it

(Visited 17 times, 1 visits today)
superbanner