Carton_Pack_topnewsgenerali_04/07-18/07

Insalata al cadmio

Il Movimento Difesa del Cittadino denuncia gli effetti dell’inquinamento su frutta e verdura in vendita a Milano

Insalata al cadmio, funghi allo zinco e, per finire, una bella mela all’arsenico. Non è il menù di un serial killer, ma sono le sostanze rinvenute su frutta e verdura acquistata a Milano e fatta analizzare dal settimanale Panorama nel corso di un’indagine sul “Business Agroalimentare”. Naturalmente il tutto in dosi molto superiori al limite massimo di tollerabilità giornaliera. Secondo gli addetti ai lavori si potrebbe trattare di un inquinamento “a monte” legato ad un più generalizzato inquinamento ambientale di origine industriale. A sottolinearlo è il Movimento Difesa del Cittadino di Milano.
“I consumatori già preoccupati da scandali e truffe – commenta la responsabile dello Sportello Salute & Gusto di Milano Lucia Moreschi – devono imparare a far fronte anche a questa nuova emergenza”.
Qualche consiglio? Come suggeriscono i nutrizionisti – prosegue la responsabile- è sempre bene lavare con cura ( e a lungo) frutta e verdura, privilegiare i frutti con la buccia, consumare cibi di stagione (sicuramente meno trattati chimicamente) ed evitare i frutti tropicali freschi (generalmente raccolti prima della maturazione e trattati con sostanze anti-immarcimento). Ma fronteggiare l’emergenza non è sufficiente, conclude Moreschi -occorre colmare il vuoto legislativo per alcune sostanze tossiche (arsenico, zinco rame e mercurio non sono normati per i vegetali) e intensificare controlli e analisi: la legislazione alimentare dovrebbe tener conto anche delle sostanze inquinanti di origine antropica che, sempre più spesso, finiscono nei nostri piatti”.

(Visited 14 times, 1 visits today)