Interpoma_topnews_26set-16ott

Francia: tutti pazzi per i discount

Cinquecentomila nuovi clienti nel 2004, i transalpini sempre più attratti dai bassi prezzi

Cinquecentomila nuovi clienti nel 2004, i sono transalpini sempre più attratti dai bassi prezzi

Oltre 500 mila nuovi clienti nel 2004, per una quota di vendite che rappresenta ormai il 20 per cento del totale. Sono i numeri dei discount, i “supermercati dei poveri”, dove sempre più francesi preferiscono fare la spesa, attratti soprattutto dai bassi prezzi. Dall’alimentare all’abbigliamento, fino ai viaggi e ai prodotti tecnologici: in tutti i settori è caccia allo sconto.In cerca di prezzi bassi i francesi scoprono sempre più discount e prodotti ‘senza nomé mentre le catene della grande distribuzione stanno cominciando a correre ai ripari lanciando offerte speciali o creando aree apposite con prezzi abbassati.
Nel 2004 è stato calcolato che 500 mila nuovi clienti sono arrivati nell’area dei discount che rappresentano oramai circa il 20 per cento delle vendite. La fascia che più sta muovendosi rapidamente verso i discount è quella dei quadri ed è la stessa che ha scoperto anche per lavoro le compagnie aeree a basso costo, selezionate anche per gli aspetti pratici della prenotazione e dell’acquisto via internet. Secondo i ricercatori dell’istituto nazionale di statistica in Francia è in corso un ripensamento nel sistema distributivo con i consumatori che non sembrano più legati al rapporto fiduciario ma solo a quello del rapporto tra costo e prodotto. Le grandi catene stanno correndo ai ripari. Casino sta riciclando alcuni spazi in magazzini destinati a vendite di beni alla rinfusa; il numero due mondiale della grande distribuzione, Carrefour, sta a sua volta cercando di ridefinire il proprio profilo e sta avviando centri ‘economicì e lo stesso stanno facendo dalla Ferrovie ai tour operator.

(Visited 7 times, 1 visits today)