Carton_Pack_topnewsgenerali_04/07-18/07

UE:aumenta l’import di mele dall’emisfero australe

Nel 2003 importate 733.000 tonnellate, il 13% in più rispetto al 2002

UE: aumenta l’import di mele dall’emisfero australe

L’Unione Europea durante il 2003 ha importato dall’emisfero australe 85.000 tonnellate, ovvero il 13% in più che nell’anno precedente. Ad eccezione del paese esportatore leader in questo comparto, cioè la Nuova Zelanda, che con 198.487 tonnellate ha esportato il 4% in meno che nel 2002, tutti gli altri paesi dell’emisfero sud hanno incrementato il loro export verso la UE. Il Sudafrica con 181.522 tonnellate ed un aumento del 23% ha relegato al terzo posto il Cile (176.874 tonnellate e +12%). L’Argentina ha aumentato le sue forniture del 33%, raggiungendo le 97.500 tonnellate. Anche il Brasile, nonostante cali di produzione, è riuscito ad incrementare l’export verso a UE: 68.910 tonnellate e +20%. I maggiori tassi di crescita sono stati conseguiti da paesi da considerare piccoli esportatori quali l’Uruguay (5.219 tonnellate e + 66%) e l’Australia (4.546 tonnellate e + 97%). Poiché durante la stagione di commercializzazione del prodotto da paesi oltremare l’offerta di mele sul mercato UE era aumentata di 100.000 tonnellate (toccando 3,1 milioni di tonnellate), i prezzi della merce di importazione, per la maggior parte dei paesi oltremare, si sono attestati ad un livello inferiore a quello dell’anno precedente.

(Visited 15 times, 1 visits today)