VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic

Secondo Legambiente un frutto su due è contaminato

Le repliche all’allarme della associazione ambientalista sui quotidiani italiani

Legambiente denuncia “Allarme pesticidi: 1 frutto su due è contaminato, in aumento le irregolarità”

Anche quest’anno l’associazione ambientalista presieduta dal parlamentare Ermete Realacci lancia il suo allarme sul rischio pesticidi dell’ortofrutta.

Tutti i quotidiani italiani hanno pubblicato la notizia tra il 31 maggio e il 2 giugno con titoli che vanno da “Riecco la Mela di Biancaneve” de l’Eco di Bergamo al titolo dell’Unità «Dieta italiana al DDT» sino ad arrivare al più semplice “Un frutto su due contaminato dai pesticidi” de La Stampa. Il Sole 24 Ore titola controcorrente: “Ortofrutta promossa all’esame di chimica”. Tra le repliche si segnala la presa di posizione dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Siciliana Giuseppe Castiglione con il suo «no al ?terrorismo? alimentare» pubblicato su La Gazzetta del Sud. Altra risposta a Legambiente è di Valentino di Pisa, presidente dei grossisti del Mercato Ortofrutticolo di Bologna («Abbiamo il mercato più controllato d’Italia» pubblicata dal Resto del Carlino). «La frutta e le verdure italiane sono sempre più sicure» secondo Agrofarma (Giornale di Brescia del 31 maggio). Più forte la presa di posizione di Coldiretti «Falsi i dati Legambiente sui pesticidi nella frutta».

Inserisci un tuo commento al comunicato stampa di Legambiente

Segnala una replica che è sfuggita a Fruitecom

 

Altre repliche:

«NON CRIMINALIZZIAMO I PESTICIDI, SONO UTILI»

«TRENTO: DURA REAZIONE DELL’ASSESSORE PALLARO ”DICANO CHE SI TRATTA DI FRUTTA NON TRENTINA”»

«L’EX MINISTRO ALLA DIFESA: ”E’ DIFFAMAZIONE”»

«GLI AGRICOLTORI: ”SONO AFFERMAZIONI SUPERFICIALI E FUORVIANTI, I NOSTRI PRODOTTI SONO TRA I PIU’ SICURI IN EUROPA” » (Confagricoltura)

«RAGUSA: A FANELLO SOLO L’1 PER CENTO DEI PRODOTTI E’ IRREGOLARE»

per la lettura dei su menzionati articoli:

ALLARME PESTICIDI, C’E’ CHI DICE NO” su Greenplanet

sui quotidiani del gruppo editoriale l’Espresso: «La replica degli agricoltori “Sono affermazioni superficiali e fuorvianti, i nostri prodotti sono tra i più sicuri d’Europa”» (Confagricoltura, Cia, Coldiretti, Agrofarma)

L’INTERVISTA/ Il tossicologo Cantelli Forti critica il rapporto di Legambiente sui fitofarmaci trovati nella frutta e nella verdura: «I dati sono corretti ma strumentali» «Non criminalizziamo i pesticidi: sono utili» Il Resto del Carlino – Giorno – Nazionle del 1.6.3 pag 17

La forza lavoro (soci-dipendenti) occupata nel gruppo Conad Centro Nord negli uffici, nei magazzini all’ingrosso e nei punti di vendita al dettaglio ammonta a 2.580 unità, la nuova occupazione prodotta nel 2002 arriva a 93 unità. L’utile di esercizio è di 7 milioni e 876 mila euro. La cooperativa per realizzare punti vendita ha investito, al 21 dicembre dell’anno scorso, 107 milioni e 620 mila euro per terreni, fabbricati, attrezzature , licenze e nel 2002 ha aperto sei nuovi punti vendita, per complessivi 5.970 metri quadrati di area di vendita, di cui due in Emilia e quattro in Lombardia.
Nel corso di quest’anno saranno aperti altri 10 supermercati di cui sei in Lomabardia e quattro in Emilia per un totale di 10.700 metri quadri. La cooperativa opera in sei magazzini, fra questi da ricordare i tre di Campegine e quello di Reggio. A Campegine i magazzini servono per i settori salumi e latticini, ortofrtutta, generi vari e quello di Reggio per il settore carni. Di questo si parlerà domani al teatro Valli: la giornata sarà conclusa nel pomeriggio con un concerto di Anna Oxa.

(Visited 17 times, 1 visits today)