webinar_pomodori_topnews_27/06-04/07

Udine: mercato chiuso di sabato

La scelta non è stata accolta di buon grado dai dettaglianti dell’ortofrutta e dagli ambulanti.

Mercato chiuso sabato, è polemica
Piccoli commercianti e ambulanti contestano la scelta: una raccolta di firme Il presidente di Udine mercati: per il momento è una sperimentazione»

La scelta di Udine mercati, però, non è stata accolta di buon grado dai commercianti al dettaglio dei negozi di ortofrutta e dagli ambulanti.
«I commercianti interni, verificata la scarsa affluenza al mercato del sabato mattina, ci hanno chiesto di rivedere il calendario delle aperture», spiega il presidente di Udine mercati Paolo Piccini. Quindi, anziché chiudere definitivamente per tre mesi, come inizialmente era stato ventilato, «si è preferito aspettare prima di emettere un simile provvedimento e di passare a una fase sperimentale. Abbiamo sentito i rappresentanti delle categorie per informarli e per sentire quali siano le loro esigenze». Ma non tutti si sono dichiarati in completo accordo con quanto stabilito da Udine mercati. «Siamo a conoscenza di pareri contrari, ma voglio spiegare che per adesso il tutto si riduce a una sperimentazione di quattro settimane per verificare se in questo modo è possibile anche ottimizzare i costi», aggiunge il presidente.
Si comincerà da dopodomani, e poi anche l?8, il 15 e il 22 febbraio il mercato ortofrutticolo di piazzale dell?Agricoltura resterà chiuso il sabato mattina. Se per i supermercati e la grande distribuzione il problema può essere limitato, potendo affidarsi a celle frigorifere per conservare al meglio frutta e verdura, i negozianti al dettaglio e gli ambulanti si trovano, invece, in difficoltà. «Già adesso si programmano gli acquisti ? spiega il presidente ?. Il problema potrebbe essere maggiore per gli ambulanti. Ma anche in questo caso una soluzione potrebbe essere trovata. Per esempio, il venerdì mattina possono far mettere da parte la merce che intendono acquistare e poi ripassare al ritorno dal mercato per ritirare il prodotto. Capisco i commenti dei negozianti e degli ambulanti, ma in un?ottica aziendale potrebbe trattarsi di una soluzione per ottimizzare i costi così come voluto dai grossisti interni».
«Già il mese di novembre era stata fatta quest?ipotesi e subito ci siamo opposti», replica Andrea Freschi, presidente provinciale del gruppo ortofrutta dell?Ascom. E sottolinea che per i commercianti al dettaglio è «importante mettere in vendita merce fresca, considerato che il sabato mattina è la giornata in cui si vende di più. Non è giusto che le ditte interne del mercato forniscano, invece, direttamente i supermercati il sabato. A quel punto la prova deve interessare tutti, anche la grande distribuzione», aggiunge Freschi. È già partita una raccolta di firme da presentare al consiglio di amministrazione di Udine mercati per far sì che questa sperimentazione non abbia seguito.
—————————————————————-
di PAOLO MOSANGHINI
Il mercato ortofrutticolo rimarrà chiuso il sabato mattina. Si tratta di una sperimentazione, che durerà 4 sabati, e che vuole andare incontro alle esigenze dei grossisti che lavorano all?interno e che il sabato appunto registrano un crollo delle vendite, passando da circa 300 aziende al giorno in contrattazione a circa cinquanta.

(Visited 16 times, 1 visits today)