superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic

Parma, inaugurato il nuovo centro agroalimentare

Tre anni di lavoro e più di 40 miliardi di vecchie lire investite

«Un grande centro per l’agro-alimentare»
Inaugurato il nuovo mercato ortofrutticolo, primo passo verso il nuovo polo

Il rumore dei montacarichi e le voci degli operatori risuonano ormai da dieci giorni all’interno dell’ampio padiglione interamente coperto del nuovo mercato ortofrutticolo. Ma da ieri la moderna struttura, che ha sostituito, con un trasloco di un centinaio di metri in linea d’aria i vecchi capannoni che saranno demoliti nelle prossime settimane, ha avuto anche il «battesimo» ufficiale.
L’inaugurazione ufficiale del primo stralcio di quello che diventerà nel giro di un paio d’anni, su una superficie complessiva di 80.000 m², il Centro agroalimentare di Parma è infatti stata tenuta ieri mattina alla presenza di numerose autorità cittadine e dei rappresentanti delle associazioni di categoria del mondo agricolo e commerciale, oltre che degli operatori (una quindicina circa) che svolgono il loro lavoro all’interno della struttura. «Questo mercato – ha detto il presidente del Centro Giovanni Gonizzi – rappresenta un primo passo verso l’attivazione di un complesso che, entro la fine del 2003, doterà Parma di un centro all’avanguardia nel settore agro-alimentare».

La notizia completa: Articolo GAZZETTA DI PARMA

Il sindaco Elvio Ubaldi, che assieme all’ex assessore al Commercio e Attività produttive Costantino Monteverdi è stato fra i più convinti sostenitori del progetto, ha sottolineato come «il grande salto di qualità avverrà con l’apertura anche del nuovo centro direzionale. Ma è importante anche – ha proseguito il sindaco – che la nuova struttura serva non soltanto per un semplice miglioramento delle condizioni di lavoro, ma anche e soprattutto per un rinnovamento mentale degli operatori, che devono essere in grado di cogliere le nuove opportunità offerte da un mercato in rapida evoluzione». Dopo la benedizione del vicario del vescovo monsignor Giulio Ranieri, c’è stata quindi la visita al nuovo mercato, che ha un’ampiezza di circa 10.000 m² ed è stato completato nel giro di un anno e mezzo dalle imprese Coge e Cias.

(Visited 177 times, 1 visits today)
superbanner