vog_topnews_07set-02nov
Logistica e Trasporti Focus del mese

Nord Ovest: l’innovazione nel Dna

NordOvest

Lo spedizioniere internazionale punta su informatizzazione, giovani e ambiente. Valentina Mellano: “Crediamo nella digitalizzazione”

“Che siano nazionali o internazionali, che siano via terra, via mare o via aerea, siamo in grado di gestire qualsiasi spedizione, grazie a un aspetto per noi fondamentale: l’innovazione”. Valentina Mellano, da gennaio 2020 Ceo di Nord Ovest, presenta così l’azienda di famiglia che vanta più di 40 anni di esperienza.

Nord Ovest in numeri

Valentina Mellano, Ceo di Nord Ovest

Nata nel 1975, Nord Ovest è la tipica azienda italiana a conduzione familiare: “Nasciamo dall’idea innovativa di mio nonno di costruire un’agenzia doganale e di spedizioni in un’area dove ci sono grandi aziende, ma non particolarmente vocata alle spedizioni, visto che il Cuneese non affaccia sul mare – esordisce la Ceo – Il tempo gli ha dato ragione: oggi, giunti alla terza generazione, siamo un’azienda che si occupa a 360 gradi di logistica, dogana, servizi alla imprese, consulenza, internazionalizzazione”. Per dirla con i numeri, Nord Ovest oggi fattura 30 milioni di euro l’anno, di cui oltre il 30% imputabili al trasporto di ortofrutta. Sono 120 i dipendenti, i quali compongono uno staff giovane, dinamico e formato per affrontare le sfide di oggi e di domani. E sono tre i magazzini di proprietà – a Cuneo, Mondovì e Grugliasco – che permettono di offrire assistenza completa e servizi personalizzati ai clienti: “Abbiamo mantenuto le nostre origini – osserva Mellano – Abbiamo una divisione che si occupa proprio di pratiche doganali”.

Un altro team dedicato si occupa invece di esportazione ortofrutticola, una business unit importante per Nord Ovest, tanto che la Ceo è membro nazionale dell’associazione “Donne dell’ortofrutta”: “Nasciamo a Cuneo – racconta Mellano – una zona vocata alla produzione agricola e pertanto conosciamo molto bene le abitudini e le necessità di questo settore: dalle mele del Trentino, alle uve pugliesi, lavoriamo con tutto il settore”.
Non solo: da un paio di anni Nord Ovest ha aperto un ufficio dedicato all’import dei prodotti ortofrutticoli: “Abbiamo all’interno tutte le competenze per affrontare i delicati aspetti legati all’importazione di questi prodotti: per noi l’ortofrutta è un settore importante e in continua crescita”.

Innovazione fa rima con informatizzazione

Nel presentare la propria azienda, Valentina Mellano ha più volte parlato di innovazione.
In concreto, però, che cosa significa innovare per Nord Ovest? “Innanzitutto per noi vuol dire avanguardia tecnologica – precisa Mellano – Abbiamo una fortissima attenzione per la sicurezza dei dati: gestendo i rapporti con le dogane, abbiamo accesso a numerosi dati sensibili, è dunque di primaria importanza tutelarli. Ma innovazione, per noi, significa anche migliorare tutti i giorni i nostri servizi. E questo nonostante le spedizioni continuino a funzionare, da un punto di vista procedurale, sempre nello stesso modo. Noi però cerchiamo di innovarci fornendo ai nostri clienti un’assistenza puntale e completa, quasi maniacale”.

Ingrediente imprescindibile di questo modus operandi è l’informatizzazione, un aspetto cruciale per migliorare i servizi: “L’informatizzazione delle spedizioni internazionali passa anche attraverso quella della pubblica amministrazione e delle dogane – spiega Valentina Mellano – A questo proposito, se c’è un aspetto positivo della vicenda Covid, è proprio la spinta alla digitalizzazione, che permette di velocizzare i flussi e ridurre i costi”. Quanto al settore ortofrutta, secondo la manager in tema di informatizzazione lo scenario è vario e variegato: “Ci sono parecchie aziende molto attente alla tracciabilità delle spedizioni  racconta – le quali ne fanno un fiore all’occhiello, un importante servizio per i propri clienti: la digitalizzazione crea efficienza. All’interno di Nord Ovest abbiamo una elevata cultura informatica e forniamo ai nostri clienti tool e visibilità delle spedizioni e delle operazioni eseguite”. 

Il pallino dell’ambiente…

La sede principale di Nord Ovest è a impatto zero: un impianto fotovoltaico permette di produrre l’energia necessaria per muovere i muletti e i macchinari, un impianto geotermico di riscaldare e raffrescare l’ambiente senza consumare risorse non rinnovabili. Inoltre, l’attenzione all’ambiente si evidenzia da alcuni dettagli, dalla flotta di camion tutta Euro 6 e allestita con Gps, ai distributori di acqua per i dipendenti, i quali sono stati dotati di borracce in alluminio per contenere il consumo di plastica: “Siamo convinti – spiega la manager – che una delle principali sfide per le imprese di domani sia ridurre sensibilmente l’impatto delle proprie attività sull’ambiente, pur mantenendo alto il valore del business: l’ottenimento della certificazione volontaria Uni En Iso 14001 comprova i nostri sforzi in tal senso”.

… e quello delle competenze 

Logistica significa sapere organizzare, risparmiando tempi e costi – precisa la Ceo – A tal proposito, la nostra squadra di professionisti del commercio internazionale è fondamentale: doganalisti, commercialisti e avvocati, lavorando in sinergia, permettono di offrire consulenza e assistenza a 360 gradi”. Una squadra che, a quanto racconta Mellano, è giovane: “La logistica è in piena evoluzione – conclude – L’e-commerce, la crescente informatizzazione dei processi logistici, la digitalizzazione richiedono nuove competenze, nuove professionalità, ma anche tanta voglia di fare. Siamo pro-giovani, a patto che siano motivati e curiosi”.

(Visited 561 times, 1 visits today)