Pink Lady_top news_10-23giu_2024
Ingrosso

Graduatoria mercati Pnrr: chi sale e chi scende

Tornano in pista Cesena e Macerata che hanno buone possibilità di essere finanziati. Circa un terzo dei centri può restare a bocca asciutta

Pubblicata ieri la graduatoria finale del ministero dell’Agricoltura che assegna 150 milioni ai mercati all’ingrosso che hanno partecipato al bando finanziato con le risorse del Pnrr. E non mancano le sorprese. Positiva per i romagnoli del mercato di Cesena che rientrano in gara all’undicesimo posto e con 5 milioni da spendere per la struttura. Recuperati anche il Comune di Macerata, Piano di Sorrento e Bisceglie. Anche se questi ultimi due sono in coda alla graduatorie e rischiano come un terzo dei mercati che hanno presentato proposte di non ricevere il finanziamento. Restare a bocca asciutta per mancanza di fondi.

Cesena di nuovo in pista

Un errore tecnico all’origine dell’esclusione del mercato. Come aveva spiegato al Corriere di Romagna l’amministratore del For, Alessandro Giunchi: “Avevamo spedito il progetto tramite Pec entro i termini, ma per problemi informatici dell’ente preposto la domanda non era stata registrata. Quel punto abbiamo presentato ricorso”. E’ andata bene ma il calvario non è finito. C’è ancora tanta strada burocratica da percorrere per ricevere i fondi. Se tutto va bene per il mercato è un bel contributo visto che gli oltre 5 milioni sono a fondo perduto, rispetto ad altri centri agroalimentari che devono inserire il loro contributo. C’è chi è stato finanziato al 50% e deve mettere a disposizione anche 5 milioni di euro.

Il giallo risolto di Macerata

Recuperato anche il progetto della città marchigiana che in un primo momento vista l’esclusione aveva animato la vita politica con tanto di interrogazioni in consiglio comunale, l’utilizzo della parola giallo e un gran rullare di tamburi. Alla fine il progetto è stato promosso è oggi il Comune ha diffuso il comunicato stampa di rito: “Il progetto prevede il recupero delle strutture e degli edifici esistenti dal punto di vista architettonico e funzionale grazie a soluzioni che renderanno la struttura un complesso polifunzionale, con finalità di promozione e valorizzazione delle eccellenze del territorio e della produzione locale e con iniziative socio-culturali, sociali e per il tempo libero, con l’obiettivo di valorizzare i prodotti del territorio e la loro commercializzazione”.

L’amministrazione rivendica il progetto

“Purtroppo negli anni i maceratesi e non solo hanno assistito a un lento declino della struttura del mercato ortofrutticolo; non potevamo far scomparire una realtà così importante proprio perché il settore agricolo e agro-alimentare della provincia di Macerata contribuisce in maniera significativa a caratterizzare le peculiarità e le tipicità del territorio –  sottolinea  l’assessore alle Attività produttive Laura Laviano – Questo progetto punta molto in alto e a far diventare il mercato ortofrutticolo della nostra città un hub per il Centro, il Sud e parte del Nord Italia. Così come è stato strutturato il progetto mostra delle peculiarità che nessun altro mercato a livello nazionale, a oggi, può vantare. Eravamo certi del risultato perché chi ha seguito il progetto può capire la reale valenza dello stesso e il grande lavoro di squadra degli uffici che hanno collaborato con tutte le professionalità al loro interno e hanno portato a questo strepitoso risultato”.

(Visited 518 times, 1 visits today)