Interpoma_topnews_1ago-11sett
Ingrosso

Ortomercato di Vignola: gestione in mano a due nuove società

mercato vignola

Risolta l’assegnazione. Dal 2021 nella struttura del comune modenese entreranno Nuovo Ortomercato Vignola e Vignola Fruit

Si è conclusa con rapidità la procedura di assegnazione della gestione del mercato ortofrutticolo di Vignola (Modena), dopo che a dicembre la Vignola Patrimonio, società operativa del Comune, aveva pubblicato l’avviso di gara. Quest’ultimo divideva in lotti funzionali la gestione del mercato, chiedeva garanzie sulla continuità del servizio e introduceva criteri economici e qualitativi per il prosieguo dell’attività.

Le due società Nuovo Ortomercato Vignola srl e Vignola Fruit srl, che dalla prossima primavera, in coordinamento tra loro, si occuperanno della gestione della struttura di via dell’Agricoltura, si sono impegnate a rispettare questi parametri. La concessione, con scadenza al 31 dicembre 2025, è stata aggiudicata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo (offerta tecnico-qualitativa 70 punti e offerta economica 30).

Dalla tarda primavera, quindi, quando partiranno le stagioni di raccolta delle produzioni locali (ciliegia e susina in primis), il mercato sarà nelle condizioni di funzionare in maniera regolare.

“Nonostante le polemiche sollevate all’inizio del nostro mandato – spiega Emilia Muratori, sindaco di Vignola – questa Giunta, in meno di quattro mesi dall’insediamento, insieme a Vignola Patrimonio, ha predisposto e presentato un avviso di gara che richiedeva non solo continuità nella gestione del mercato, ma anche migliorie qualitative del servizio. Due nuove società, nate dalla precedente società Ortomercato Vignola srl, che aveva la gestione della struttura, sono ora in grado di continuare nell’attività migliorata. Questo dà garanzie agli agricoltori per l’avvio delle stagioni di raccolta e contribuisce all’impegno, che come Amministrazione comunale ci siamo presi fin dall’inizio del nostro lavoro, di valorizzare le nostre eccellenze, a partire dalla nostra produzione più conosciuta, la ciliegia Igp. Ora dovrà trascorrere il periodo di verifica dei requisiti, come previsto dalla legge”.

(Visited 873 times, 1 visits today)