superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic
In sintesi

Apofruit: “Soddisfazione per gli Open day 2022”

Avatar
Autore Redazione

Fornari: “Desideriamo proporre contenuti altamente innovativi per programmare la frutticoltura del futuro”

È decisamente positivo il bilancio con il quale si sono chiusi gli Open day organizzati da Apofruit tra maggio e settembre 2022. Si tratta di iniziative dedicate a tutti i produttori, oltre che ai tremila soci della cooperativa, che rappresentano importanti momenti di aggiornamento per i professionisti della frutticoltura, i quali possono così toccare con mano e valutare direttamente lo sviluppo di inedite varietà frutticole e di innovative tecniche colturali.

Il programma

Il programma 2022 si è aperto con il ciliegio il 27 maggio scorso a Vignola, nel Modenese, per poi proseguire con la pera Fred ad Altedo (Bologna), la mela Candine in Romagna, il Caco Maxim sempre nel Cesenate e il kiwi VerdeDivo in tre degli areali più vocati a livello nazionale: il 23 settembre ad Aprilia (Latina), il 26 settembre nel Cesenate e il 28 settembre a Montebelluna (Treviso).

I commenti

“Siamo molto soddisfatti per l’andamento degli Open day 2022 – commenta Ernesto Fornari, direttore generale del Gruppo Apofruit – vista l’ampia partecipazione che abbiamo registrato, in primis da parte dei nostri soci. Queste giornate di approfondimento si rivelano sempre più utili non solo per continuare quel dialogo diretto tra cooperativa e produttori che fa parte da sempre del nostro dna, ma anche per porre concretamente solide basi in prospettiva futura. Tutte le varietà vegetali proposte, infatti, sono accomunate da un alto contenuto di innovazione e si candidano quindi a far parte del paniere ortofrutticolo dei prossimi anni”.

Per il ciliegio, in particolare, sono state sottoposte all’attenzione degli intervenuti diverse cultivar, anche in ottica di sviluppare produzioni biologiche. La mela Candine, dolce, croccante e di medio calibro. Il caco Maxim possiede la peculiarità di poter essere sia consumato duro, a mo’ di caco a polpa soda, sia portato a maturazione e consumato morbido, senza peraltro che debba subire un trattamento per eliminare l’astringenza. Il kiwi VerdeDivo, è una soluzione molto promettente, e dall’ottimo grado brix, per reagire alla crisi che sta attraversando il kiwi verde Hayward. Si tratta di un progetto gestito in esclusiva da New Plant e che vede coinvolti come partners commerciali Apofruit, Orogel Fresco e Alegra. La pera Fred, infine, dalla polpa succosa, soda e croccante, è tollerante alla maculatura bruna e può essere facilmente trasportata ovunque.

Fonte: Apofruit

(Visited 38 times, 1 visits today)
superbanner