MyfruitTV_slider_26lug-31ago
In sintesi

ReStore migliora del 30% l’efficienza dei propri picker con Scandit

restore scandit
Redazione
Autore Redazione

La nuova app che utilizza una tecnologia avanzata è oggi già attiva Lombardia, Veneto, Umbria e Sicilia

Scandit, leader nelle soluzioni di “mobile computer vision” e realtà aumentata, annuncia di essere stato scelto da ReStore, azienda specializzata nella realizzazione di servizi e-commerce per la Gdo e la distribuzione associata in Italia. Il progetto è volto a ottimizzare il processo di “order picking” dei propri picker, ovvero degli addetti che prelevano dagli scaffali del supermercato i prodotti ordinati dai clienti e li inseriscono nelle buste della spesa. L’obiettivo è quello di aumentare il numero di spese preparate e consegnate nelle diverse fasce orarie e a migliorare la soddisfazione degli utenti.

ReStore è pioniera nel digital grocery in Italia e circa il 30% del mercato utilizza la piattaforma e-commerce whitelabel e i servizi di digital marketing e di analisi dei dati dell’azienda. ReStore offre anche un servizio di spesa online con possibilità di ritiro sul punto vendita, o di consegna a domicilio, con un team di circa 100 picker operativi sul territorio italiano. Tra i clienti di ReStore figurano Gruppo Végé, Pam Panorama, Coop Centro Italia e Despar.

“Già prima dell’emergenza coronavirus, che ha messo sotto stress persino le insegne più grandi, stavamo valutando come velocizzare la raccolta dei prodotti da parte dei picker attraverso una piattaforma che fosse in grado di eliminare i ritardi nel processo causati dal tempo necessario per identificare i prodotti”, dichiara Barbara Labate, ceo di ReStore. La mobile app di order picking sviluppata da ReStore utilizza le funzionalità della scansione evoluta fornite dallo Scandit Barcode Scanner Sdk. L’utilizzo è semplice: nel momento in cui il picker esegue il login nell’app riceve un ordine, che può accettare e iniziare a gestire. L’ordine mostra una lista di prodotti che il picker raccoglie e scansiona con l’app, utilizzando il software di scansione dei codici a barre di Scandit attraverso la fotocamera dello smartphone. Man mano che ogni articolo è scansionato, viene rimosso dalla lista della spesa dell’app e aggiunto al carrello virtuale di quell’ordine, e il picker può procedere con la fase successiva.

“L’integrazione delle funzionalità Scandit nella nostra app è stata davvero semplice e abbiamo avuto tutto il supporto necessario per la fase di testing con i picker,” aggiunge Labate. “Per il futuro prevediamo di applicare questa tecnologia anche alla nostra app dedicata ai consumatori finali”.

“ReStore ama definirsi un abilitatore digitale ed è stato molto stimolante lavorare con un’azienda che abbraccia così pienamente l’innovazione e i benefici che il business può trarre dalla tecnologia di computer vision. Non vediamo l’ora di continuare a sostenere ReStore nei loro futuri progetti di digitalizzazione del mercato retail”, dichiara Maurizio Costa, sales manager di Scandit in Italia.

“L’introduzione della nuova app – spiega una nota aziendale congiunta – ha permesso a ReStore di ridurre gli errori, velocizzare le operazioni e aumentare la capacità del proprio servizio di order picking del 30%. Attualmente, l’applicazione è attiva in Umbria, Lombardia, Sicilia e Veneto”.

(Visited 43 times, 1 visits today)