X-Farm_topnewsgenerale_22nov-12dic
Frutta a guscio ed essiccata

Noci: in Romagna produzione inferiore al 2020 e prezzi in rialzo

Denis Fabbri: “Siamo stati costretti a ritoccare le quotazioni per l’aumento del gas metano, ma la situazione continua a preoccuparci”

Quella del 2021 per le noci romagnole sarà un’annata inferiore nei quantitativi rispetto a quella, per molti versi straordinaria, del 2020. Tuttavia, ora le attenzioni dei produttori di noci, così come quelle di tutto il comparto agricolo, sono concentrate sull’aumento vertiginoso dei prezzi delle materie prime e dell’energia, che giocoforza costringono a rivedere anche le quotazioni dei prodotti agricoli.

A testimoniare questa situazione è Denis Fabbri, titolare dell’azienda agricola Fabbri Denis di Forlì, reduce da un’annata straordinaria come quella dello scorso anno, dove ha raccolto 170 quintali di noci biologiche sul suo noceto di 5,5 ettari, non ancora completamente in produzione.

“Dobbiamo ancora completare la raccolta – spiega Fabbri – ma quest’anno i quantitativi saranno inferiori. Capita, in alcune annate agricole. Più che nella siccità, cui si riesce ad ovviare con l’irrigazione, il problema di quest’anno, secondo me, è stato rappresentato da un’allegagione non del tutto soddisfacente, che ha generato appunto una minore produzione. Per quanto ci riguarda, tuttavia, potremmo essere alla fine sui quantitativi dello scorso anno o comunque simili, visto che abbiamo impianti giovani che nel 2020 non erano ancora entrati pienamente in produzione”.

C’è però grande apprensione per l’attuale congiuntura economica che non riguarda solo la nocicoltura, ma che ovviamente la coinvolge. “Ci stanno preoccupando – prosegue Fabbri – i decisi aumenti che ci sono stati sulle materie prime e sull’energia. Utilizzo di gas metano per essiccare le mie noci, e mi auguro che davvero si riesca a fare qualcosa per contenere questi aumenti. Intanto, proprio in ragione di tale situazione, ho dovuto rivedere leggermente i prezzi al rialzo”.

Infine, per quanto riguarda la scelta varietale sulle sue noci, Fabbri non ha dubbi. “Ho scelto di piantare solo Chandler perché è decisamente la preferita a livello di gusto dalla mia clientela e, grazie al guscio sottile, è molto facile da lavorare”.

(Visited 139 times, 1 visits today)
superbanner