cappplast_topnews_29giu-20lug
Focus del mese

Ecco le pesche piatte “Solo di Sicilia”

Nello Alba (Oranfrizer): “Buone performance per la frutta estiva dopo gli ottimi risultati registrati con l’arancia rossa”

La stagione siciliana delle pesche piatte è ufficialmente iniziata. I volumi non sono abbondanti, per i problemi meteo in fase di allegagione dei frutti, ma la qualità è su ottimi livelli e la domanda c’è. “Siamo nelle condizioni ideali, perché i produttori sono tranquilli di vendere, il cliente è contento e così il consumatore. Come mi piace dire, è più facile lavorare quando la frutta non ci insegue, non ci assilla. Siamo noi, infatti, a seguirla, a raccoglierla al momento giusto e a selezionarla con attenzione“, afferma Sebastiano (Nello) Alba, amministratore unico della Oranfrizer di Scordia (Catania).

L’azienda siciliana riunisce la produzione di drupacee di aziende vocate siciliane: 50 ettari di pescheti nella Piana di Catania e altri 50 ettari di albicoccheti tra Riesi, Delia e Canicattì, in provincia di Caltanissetta. Produzione che viene poi inviata alle principali insegne della Gdo del centro Italia, Toscana e Lazio principalmente.

“Non è questione di prezzi alti alla vendita o all’acquisto – continua Alba – Il mercato è stabile e la frutta buona si vende bene. Andremo avanti con le pesche piatte fino ad agosto, poi da Ferragosto inizieremo con le pesche di Leonforte Igp. Con le albicocche, invece, copriremo fino a tutto luglio”.

I frutti di grosso calibro sia di pesche tabacchiere sia di albicocche sono venduti sfusi, mentre le pezzature medie sono confezionate in vaschette da un chilo. Vaschette in cartone che, come sempre, affiancano il marchio Ofranfrizer con il brand Solo di Sicilia.

Prima di chiudere una battuta sull’arancia rossa: “L’emergenza Covid-19 ha messo in chiaro come il consumatore prediliga l’italianità dei prodotti ortofrutticoli. Questo è vero in particolare per l’arancia rossa. Le persone hanno riconosciuto nell’arancia rossa l’origine italiana e l’hanno premiata. E, infatti, abbiamo registrato il 40% di vendite. Non solo, stimiamo di avere anche avuto il 30% in più di consumatori. E questi – conclude Nello Alba – sono nuovi consumatori che ritroveremo il prossimo anno“.

La produzione estiva di Oranfrizer comprende anche mini angurie, meloni, l’uva di Mazzarrone, le pere Coscia dell’Etna, i fichidindia e il mango.

(Visited 153 times, 1 visits today)