Romagnoli_mobile_16/05-30/05
Aweta_topnewsgenerali_16/05-30/05
Nordovest_topnews_16/05-30/05
Eventi e Fiere

Fruit Attraction 2021, va in scena la phygital experience

Forte della campagna vaccinale in atto a livello europeo, il salone spagnolo conferma l’appuntamento in presenza a Madrid dal 5 al 7 ottobre

Raúl Calleja, direttore di Fruit Attraction

E’ confermato: si terrà in presenza a Madrid, dal 5 al 7 ottobre, l’edizione 2021 di Fruit Attraction, la fiera internazionale dell’ortofrutta organizzata da Ifema, la fiera di Madrid, e Fepex, la Federación española de asociaciones de productores exportadores de frutas, hortalizas, flores y plantas vivas.

“La situazione pandemica dovrebbe permetterlo – ha puntualizzato Raúl Calleja, direttore del salone durante la conferenza stampa di oggi – Si stima che, ad agosto, il 70% della popolazione europea sarà stata vaccinata“.

In ogni caso, per chi non potesse presenziare, il salone madrileno lascia aperta l’opzione digital. Forte dell’esperienza maturata nel 2020, da maggio fino alla fine del 2021 resterà infatti accesa e fruibile la piattaforma Fruit Attraction LiveConnect. La quale, di fatto, integra e completa la visita del salone: “L’edizione 2021 – ha commentato Calleja – sarà un evento ibrido, una phygital experience“.

Espositori, tre opzioni

Nella pratica, sono tre le possibilità per gli espositori: si può partecipare con uno stand fisico ed essere al contempo presenti sulla piattaforma digital Fruit Attraction LiveConnect; si può optare per la partecipazione con il solo stand fisico o, infine, si può scegliere la sola presenza sulla piattaforma digitale: “Raccomandiamo la prima opzione – ha precisato il direttore – Il digitale riunirà infatti l’intera comunità ortofrutticola nel corso di tutto l’anno. Si tratta di uno strumento che potenzia e completa l’evento fisico”.

La prima fiera di settore in presenza

Contenuti, networking, community, business. Sono queste le parole chiave utilizzate per descrivere l’evento. Un salone che, visti gli eventi che negli ultimi mesi hanno portato alla cancellazione del calendario fieristico del settore ortofrutticolo (e non solo), si presenta carico di aspettative: non soltanto sarà la prima fiera di filiera in presenza da quando è iniziata la pandemia, ma sarà anche il primo appuntamento internazionale a tenersi nell’anno che la Fao (Organizzazione delle Nazioni unite per l’alimentazione e l’agricoltura) dedica all’ortofrutta: “Sono diversi i motivi per partecipare a Fruit Attraction – ha aggiunto Calleja – Tra questi risvegliare il desiderio di incontrarsi e di vendere in modo massivo, espandere e migliorare la propria rete, mostrare e presentare di nuovo di persona prodotti e servizi. Fruit Attraction 2021 sarà lo specchio dell’innovazione del nostro settore”. Tra le novità dell’edizione, l’avocado come prodotto star e l’area fresh food logistics, con focus sulla catena del freddo.

Un appuntamento in sicurezza

Per la sicurezza dei partecipanti, e in attesa di conoscere gli sviluppi in tema di passaporti e certificazioni vaccinali, Ifema ha sviluppato un preciso piano di sicurezza che contempla pulizia e disinfezione degli spazi, ma anche protocolli per rendere sicura la permanenza in fiera: “Abbiamo stilato tutte le misure necessarie per organizzare il flusso dei partecipanti e la loro mobilità – ha concluso il direttore – Stiamo mettendo a punto controlli di capacità, di distanziamento, nonché la registrazione digitale, i biglietti elettronici, il rilevamento della temperatura corporea e, anche, tecnologie per il rinnovo dell’aria nei padiglioni. L’appuntamento è a ottobre a Madrid”.

(Visited 107 times, 1 visits today)
superbanner