cappplast_topnews_29giu-20lug
Eventi e Fiere

Sarà un Macfrut Digital

Le moderne tecnologie a servizio dell’ortofrutta italiana. Dall’8 al 10 settembre appuntamento sulla piattaforma Natlive

Macfrut 2020 sarà digitale. Anche la fiera internazionale dell’ortofrutta italiana, dunque, si piega all’emergenza coronavirus, ma lo fa alla maniera del presidente Piraccini. E cioè: trasformando la crisi in opportunità e, grazie anche al supporto delle moderne tecnologie, anticipando i tempi.

In questi giorni le prime indiscrezioni erano già trapelate: addio classica fiera, si farà tutto online, via libera al digitale, ma mancavano i dettagli. E i dettagli, svelati ieri in conferenza stampa, raccontano due lati del carattere di questa 37esima edizione di Macfrut: intanto, non ha paura delle novità, ma anzi le cavalca. Perché non sarà facile portare davanti alle webcam il nostro (antiquato, dicono) settore ma, se gli si offrono occasioni di business, forse ci si riesce. E, in secondo luogo, nei momenti di difficoltà bisogna reagire in modo propositivo e concreto. Anche se “filtrati” da un monitor.

Dall’8 al 10 settembre dunque si terrà Macfrut Digital, la prima fiera digitale della filiera ortofrutticola. Appuntamento non più a Rimini, ma sulla piattaforma digitale interattiva Natlive che farà incontrare in modo virtuale i buyer di tutto il mondo con gli espositori e gli operatori. Basterà collegarsi durante i tre giorni di fiera tramite il proprio device (Pc, tablet o smartphone). Una volta entrati, si vedrà una mappa interattiva suddivisa per settori merceologici e si potranno esplorare tutti gli stand virtuali, richiedere informazioni e realizzare incontri B2B in live streaming. Due le aree: Exhibition e Forum.

“Efficace, semplice, economico – ecco come  il presidente, Renzo Piraccini, spiega il sistema – Si può raggiungere un numero elevato di clienti e mercati direttamente dalla propria postazione, grazie a una piattaforma studiata anche per persone non esperte in informatica. E in modo del tutto gratuito per i visitatori o a costi bassi per gli espositori”. Proprio gli espositori potranno contare su alcuni vantaggi, quali: un’agenda di appuntamenti prefissata con i buyer e la possibilità di interconnettersi, anche visivamente in diretta streaming, con operatori provenienti da tutto il mondo. I 500 buyer invitati dalla Fiera saranno selezionati in collaborazione con Ice-Agenzia per il commercio estero e attraverso la consolidata rete di agenti esteri.

Contestuale alla parte commerciale, Macfrut Digital ospiterà i Technical Forum, una serie di convegni in diretta streaming visibili sempre dalla piattaforma Natlive, previa registrazione gratuita. Tra i temi, l’innovazione in orticoltura, le novità nel settore serricolo, Acquacampus e l’innovazione nell’irrigazione, Biostimulant Forum. La piattaforma è anche a disposizione degli espositori per eventi dedicati.

Buone le reazioni degli operatori dei centri agroalimentari. “I Mercati italiani sono sempre stati presenti a Macfrut riconoscendo l’importanza di questa fiera per la filiera dell’ortofrutta nel nostro Paese – commenta Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati – In questo momento di grande difficoltà, accettiamo la sfida di questa edizione digital: una scelta coraggiosa, all’avanguardia, alla quale guardiamo con interesse e con lo spirito di innovazione che come Italmercati abbiamo sempre promosso. Sono certo che i nostri Mercati ci seguiranno per presentare anche via web i loro punti di forza. Macfrut sarà un’occasione per spiegare con immagini e testimonianze come le nostre strutture sono uscite rafforzate e più consapevoli del proprio ruolo da questa emergenza”.

“Voglio fare i miei complimenti al presidente Piraccini e a Cesena Fiera per essere stati in grado di muoversi velocemente e procedere così in anticipo sulle altre fiere internazionali nella creazione di uno strumento adeguato ai tempi che stiamo vivendo per valorizzare in modo efficiente l’agroalimentare italiano in Europea e nel mondo – aggiunge il presidente di Fedagromercati nazionale, Valentino Di Pisa – Il nostro settore sta cambiando insieme alla società e alle scelte dei consumatori e, considerate le nuove tendenze che abbiamo registrato in questi ultimi mesi, come ad esempio l’impennata delle consegne a domicilio, ritengo che Macfrut Digital possa essere un’occasione tanto necessaria quanto importante per gli imprenditori dei Mercati all’ingrosso e per il settore in generale. Tutto fa presagire bene per una grande partecipazione da parte di tutti: un’ulteriore sfida per il nostro comparto che sono sicuro saremo affrontare al meglio, se lo facciamo insieme”.

Renzo Piraccini, presidente di Macfrut, presenta la Fiera Digital

 

(Visited 99 times, 1 visits today)