cowork_topcat_
sorma_topnews_03-24mag
Coworking Digitalizzazione e Agricoltura

Imprese agricole competitive: il digitale nel concreto

Fidanza (l’Orto.it): “Strumenti semplici, immediati e poco onerosi, per una gestione efficiente dell’azienda”

Gianluigi Fidanza

La necessaria compilazione dei moduli relativi alla coltivazione in campo può diventare un’opportunità in termini di gestione dei processi, sicurezza del prodotto e proposta commerciale. Lo spiega a myfruit.it Gianluigi Fidanza, titolare dell’azienda orticola Fidanza Gianni di Celano (L’Aquila) afferente alla Op l’Orto.it. L’azienda, situata nell’alto piano del Fucino, si estende su una superficie di 60 ettari e dispone di un moderno magazzino per la lavorazione, il confezionamento e la conservazione di carote, patate, finocchi, radicchio, rape e insalate varie. Il tutto si sviluppa nel pieno rispetto della normativa vigente in materia di prodotti fitosanitari e tutela della salute del consumatore.

Al servizio della sicurezza

“Non solo – spiega Fidanza – Secondo i criteri di lotta integrata, passiamo al vaglio ogni fase del processo produttivo: dall’analisi del terreno all’analisi dell’acqua d’irrigazione, dalla scelta di varietà non Ogm all’uso di tecniche agronomiche rispettose dell’ambiente e dell’ecosistema. In questo contesto, l’utilizzo del QdC – Quaderno di Campagna è strategico perché ci permette di registrare e gestire al meglio gli interventi che facciamo in campo. Parliamo di un programma non oneroso, la cui compilazione è semplice, e che aiuta con utili indicazioni sui prodotti. Ad esempio, fornendo informazioni sui tempi di carenza o sul numero massimo di applicazioni consentiti per coltura”.

“Da non trascurare, poi, il fatto che è consultabile dai dispostivi mobili, il che aiuta a non perdere i dati che restano sempre disponibili nel cloud. Potrebbe anche essere facilmente implementato per fare altre procedure, come ad esempio, tenere sotto controllo i costi colturali”, aggiunge Fidanza.

Grazie al QdC – Quaderno di Campagna, lo staff tecnico è in grado di pianificare ogni fase del processo produttivo, come la programmazione colturale, la scelta varietale, l’assistenza agronomica, l’epoca di raccolta garantendo elevati standard qualitativi. L’azienda pone, infatti, massima cura alla coltivazione di prodotti genuini e di qualità. Qualità che, oltre che dal QdC – Quaderno di Campagna, è garantita dal disciplinare di lotta integrata, dal Manuale di autocontrollo Haccp e dalla certificazione Global Gap.
“Sicurezza per il consumatore e per i lavoratori, tracciabilità dei prodotti, rispetto per l’ambiente sono elementi per noi centrali”, conclude Gianluigi Fidanza.

Digitale in agricoltura, un tema molto più concreto di quanto si pensi

Lo strumento è semplice, la partenza immediata e i vantaggi tangibili da subito: dalla gestione efficiente dell’azienda, alla scelta delle tecniche corrette, fino al mostrarsi al buyer come azienda innovativa e trasparente. Sono solo alcune delle opportunità indagate dal webinar “Il digitale come scelta strategica: perché QdC®?“, realizzato da Image Line in collaborazione con myfruit.it. Partecipa gratuitamente giovedì 29 aprile, dalle 14.30 alle 15.30.

(Visited 133 times, 1 visits today)