Arcadia_top news_15-22aprile_2024
Aziende

Sostenibilità, nasce una certificazione per le imprese agricole

Si chiama Equiplanet e promette di non essere l’ennesimo bollino, ma un percorso verso il miglioramento continuo

Una certificazione della sostenibilità dedicata solo alle imprese agricole. Si tratta di Equiplanet, lo standard nato dalla  metodologia di valutazione messa a punto da Santa Chiara Next, spin off dell’Università di Siena, United nations sustainable development solutions network e Columbia center on sustainable investment della Columbia University.

Il nuovo protocollo va a colmare una mancanza nel panorama delle certificazioni: non esisteva infatti nulla di specifico per il settore agroalimentare in generale, per le imprese agricole in particolare.

L’Agenda 2030 al centro

Prima di entrare nel merito del nuovo standard, occorre fare una premessa: la certificazione Equiplanet riguarda le aziende, non i singoli prodotti. Di fatto certifica la conformità delle politiche e dei processi adottati dall’azienda oggetto della certificazione con gli obiettivi e i requisiti dettati da Agenda 2030.

Non si tratta quindi solo di misurare (e quindi ridurre) l’impatto ambientale delle attività aziendali: Equiplanet riguarda la sostenibilità dell’impresa nella sua accezione più ampia, dunque valuta anche l’impegno verso la tutela dei diritti dei lavoratori e delle minoranze, la promozione delle pari opportunità e del merito, e via discorrendo.

In altre parole, il nuovo standard si prefigge di non essere l’ennesimo bollino, ma di certificare un percorso di miglioramento continuo che un’azienda agricola intraprende perché desidera essere sostenibile a 360 gradi, quindi dal punto di vista ambientale, economico e sociale.

Equiplanet in sintesi

Lo standard Equiplanet – allineato con i principali standard internazionali di reportistica e certificazione – si articola in quattro ambiti: buona cittadinanza d’impresa, sostenibilità di operazioni e processi, sostenibilità della catena di fornitura, prodotti e strategie che contribuiscono a diete sane e sostenibili.

Sono 20 le tematiche trattate: si va dalla governance alle pratiche anticorruzione, dalla tutela dei diritti dei lavoratori alla sicurezza alimentare. Gli 88 requisiti sono in linea con gli obiettivi e le azioni stabilite dallo United nation global compact.

Per potersi certificare, per prima cosa occorre adottare un sistema di gestione della sostenibilità, stabilire obiettivi misurabili e impegnarsi per migliorare le proprie performance. Inoltre si deve pubblicare un bilancio di sostenibilità redatto con gli standard internazionali previsti da Global reporting initiative.

Una volta ottenuta, la certificazione Equiplanet dura tre anni: il rinnovo al quarto anno dipende dal cammino compiuto dall’azienda.

(Visited 120 times, 1 visits today)