Romagnoli_mobile_16/05-30/05
Aweta_topnewsgenerali_16/05-30/05
Nordovest_topnews_16/05-30/05
Aziende

Ferrara (Terra Orti): “In fiera per valorizzare il lavoro dei nostri produttori”

Terminato Cibus, il direttore della Op campana fa il punto sulla stagione e anticipa i programmi futuri

Prima presenza a Cibus per Terra Orti, ultraventennale Organizzazione di produttori (Op) con sede nella Piana del Sele (Salerno). “Abbiamo sperimentato la partecipazione a questa fiera come ad altre del food in generale nella collettiva dell’Italian Fruit Village, con ottimi riscontri in termini di operatori, italiani e, soprattutto, del nord Europa, per i quali confidiamo in sviluppi positivi nei mesi a venire – dice a myfruit.it il direttore Emilio Ferrara – Siamo presenti in fiera con i prodotti che abbiamo tutto l’anno, come insalatine e rucola della Piana del Sele Igp, ma anche con i prodotti di stagione (finocchi, kiwi, fragole della Piana del Sele, ceci di Cicerale, Carciofo di Paestum Igp, asparagi) che, nella quattro-giorni abbiamo valorizzato con degustazioni e iniziative ad hoc”.

Il punto sulla campagna

Uno sguardo alla campagna commerciale. “In termini di volumi venduti procede molto bene – osserva Ferrara – mentre, in termini di equa remunerazione, è più problematica. Un aumento forte costi di produzione c’è stato e lo abbiamo assorbito tutto noi, in quanto prezzi riconosciuti ai produttori da chi produce non sono cambiati. Lo scorso anno abbiamo movimentato 130 milioni di chili di prodotti ortofrutticoli, il 40% dei quali va all’estero. Va precisato che la grande parte della produzione destinata all’estero è certificata biologica. Prodotti che vendiamo sfusi e che sono confezionati da altri. Rispetto ai maggior costi e alla minor resa, però, la differenza dei prezzi di vendita permette di coprire i costi di produzione”.

Nello spazio espositivo dell’Italian Fruit Village sono andati in scena anche gli incontri con Paola Sarco, exibition manager di Tuttofood Milano, e con Antonio Cellie, amministratore delegato delle Fiere di Parma, che ha annunciato l‘apertura all’ortofrutta fresca per la prossima edizione di Cibus. “Si è parlato di futuro – conclude Emilio Ferrara – Vedere riconosciuto il ruolo trainante dell’ortofrutta italiana nell’ambito dell’agroalimentare è importante per tutti. Nelle prossime fiere del food italiano il fresco avrà certamente un ruolo centrale, siamo pronti a sostenerlo a beneficio di tutto il settore, a cominciare dai nostri produttori”.

Dal 26 al 29 maggio Terra Orti parteciperà al Salone della dieta mediterranea di Capaccio Paestum; dal 26 al 29 luglio sarà a Norimberga per il Biofach; il 5 e il 6 settembre al Fine Food di Londra e dal 4 al 6 ottobre al Fruit Attraction di Madrid.

(Visited 61 times, 3 visits today)
superbanner