vog_topnews_07set-02nov
Aziende

Apofruit: a Fruit Attraction focus su sostenibilità e mele Candine®

FruitAttraction_Apofruit_IlenioBastoni

La grande cooperativa romagnola si presenta con nuovi imballaggi ecosostenibili, riflettori sulla nuova mela della quale detiene i diritti in esclusiva. “Faremo test in Spagna il prossimo anno”

«C’è stata subito una buona affluenza sin dalle prime ore del primo giorno” ci dice convinto Ilenio Bastoni, direttore generale di Apofruit, big del mondo ortofrutticolo italiano presente a Fruit Attraction all’interno dello spazio organizzato dal CSO Italy. «D’altronde è una fiera che è cresciuta molto in questi anni ed è molto frequentata dai buyer europei, quindi il giudizio è sicuramente positivo».

A Madrid Aprofruit si presenta con due focus, il primo dei quali è certamente molto attuale e riguarda gli imballaggi e la loro sostenibilità. «Il tema della sostenibilità degli imballaggi è diventato ormai fondamentale. C’è una grande attenzione intorno a tutto ciò che è compostabile e riciclabile. Qui a Madrid presentiamo una serie di confezioni che vanno proprio incontro a questa nuova esigenza, in particolare per quanto riguarda la linea di prodotti biologici Amaverde Bio che si presentano con un film estensibile totalmente compostabile». 

MeleCandine_Apofruit_FruitAttractionÈ un tema, questo, dal quale secondo il direttore generale di Apofruit non si torna più indietro. «È una consapevolezza ormai molto diffusa. Quale però sia la soluzione e quali siano le risposte per affrontare questi temi non è invece completamente chiaro. Tutti i prodotti possono avere un packaging completamente compostabile ormai, c’è sicuramente un’offerta praticamente completa, però dall’altra parte anche il ruolo della plastica non è finito. È un materiale che può essere riciclato e avere una vita infinita. Su questo argomento c’è molto da fare e abbiamo in mente dei progetti che porteremo avanti». 

Grande ottimismo, infine, con le mele Candine®, varietà Regal You® della quale la cooperativa cesenate detiene in esclusiva i diritti per la produzione e commercializzazione. «Cominciamo ad avere ormai volumi sufficienti per mostrare al pubblico il prodotto e dal prossimo anno credo che cominceremo ad affrontare ache i mercati esteri a partire proprio dalla Spagna che è un mercato importante per le mele. Riteniamo, conclude Bastoni, che questa sia una mela con caratteristiche ideali per posizionarsi bene sul mercato spagnolo. Faremo sicuramente qualche test con la campagna 2020».

(Visited 35 times, 1 visits today)