solarelli_topnews_16-30set
Aziende

Lidl Italia diventa fornitore frutta e verdura per la Nazionale di Calcio Italiana

Si rinnova la partnership con la FIGC per un ulteriore quadriennio con la qualifica di “fornitore ufficiale di frutta e verdura della Nazionale”. La video intervista a Eduardo Tursi, AD Marketing e Comunicazione di Lidl Italia

Inizia il cammino della Nazionale di Calcio Italiana verso Euro 2020 e inizia anche un nuovo quadrienno di partnership tra la FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) e Lidl Italia, player della grande distribuzione italiana. La novità del nuovo accordo sarà anche la qualifica di “fornitore ufficiale di frutta e verdura per la Nazionale”.

Da Martedì 26 marzo uno spot televisivo, in parte girato nel Centro Tecnico Federale di Coverciano, vedrà proprio il commissario tecnico della Nazionale, Roberto Mancini, vestire i panni di attore. «Contenti della collaborazione, all’insegna della freschezza, un po’ come la nostra Nazionale» ha commentato il CT durante la conferenza stampa di presentazione martedì 19 marzo, giorno dell’inizio del raduno della Nazionale.

«Lidl è stata la prima azienda che nel periodo della mia governance ha chiesto di accompagnare nuovamente per 4 anni il percorso delle Nazionali, anche in un momento difficile. Avere alcuni operatori che rappresentano l’italianità e credono in un’opera di riforma è motivo di orgoglio per me» ha affermato Gabriele Gravina, presidente della FIGC.

Come spiega nel video (vedi sopra) Eduardo Tursi, AD Marketing e Comunicazione di Lidl Italia, l’azienda fornirà frutta e verdura – «la stessa presente nei punti vendita della nostra rete» –  alla Nazionale di calcio ogni volta che si radunerà a Coverciano, grazie anche alla piattaforma logistica presente in Toscana a Pontedera.

«Emozionante e sfidante essere tornati qui dopo 4 anni, significa che abbiamo fatto bene – il commento invece del presidente di Lidl Italia Massimiliano Silvestri –. Qualità e freschezza della Nazionale e qualità e freschezza anche della nostra frutta e verdura. Siamo in Italia da 27 anni, abbiamo 15mila collaboratori e siamo presenti in tutto il Paese. L’italianità è al primo posto per noi. Investiamo molto in Italia: nel 2019 350 milioni di euro e negli ultimi 3 anni 1 miliardo di euro che abbiamo immesso nel mercato italiano».

Scrivi un Commento