Cultiva_SUPERbanner_3-9ott
Interpoma_topnews_26set-16ott
Retail

Gdo, come funzionano i negozi climate neutrality

Nel Bresciano l’esempio di Aldi che, investendo in tecnologia e impianti, non produce emissioni

Zero emissioni di CO2 grazie a soluzioni tecnologiche innovative. E’ quello che succede nel punto di vendita Aldi di Moniga del Garda (Brescia), che grazie a investimenti mirati ha raggiunto la climate neutrality.
Il negozio a impatto zero, che si inserisce in una strategia volta alla sostenibilità di più ampio respiro, è ora pronto a fare da capofila alle nuove aperture green dell’insegna programmate per quest’anno e per il 2023

Neutralità climatica a tuttotondo 

Quello di Moniga del Garda non è un esercizio di stile: Aldi intende infatti raggiungere la climate neutrality a 360 gradi. E, pertanto, sono tre le direzioni su cui si sta muovendo il Gruppo: è partito riducendo i consumi energetici nei negozi, nei poli logistici e nell’headquarter; ha poi optato per l’approvvigionamento di energia elettrica solo da fonti rinnovabili; ha infine messo in piedi un sistema di compensazione delle emissioni di CO2 non abbattibili attraverso l’acquisto di certificati o con il finanziamento di progetti per mitigare la propria impronta climatica. 

Gli investimenti nel dettaglio

Quanto agli interventi specifici nel punto di vendita di Moniga, sono diversi gli investimenti, in termini tecnologici, che si sono resi necessari per arrivare al risultato impatto zero.

Nel merito, per la produzione energetica, è stato installato un impianto fotovoltaico di ultima generazione da 55 kWp la cui energia prodotta viene utilizzata quasi integralmente e – in caso di eccedenza – viene immessa nella rete.
Quanto all’illuminazione, ci sono Led ovunque, sia nei reparti, sia negli spazi esterni. Il che si è tradotto in una riduzione fino al 50% del consumo energetico rispetto alle lampade tradizionali.

Nei reparti, ortofrutta compreso, un impianto clima integrato al sistema di refrigerazione consente di recuperare il calore dei banchi frigo e di riciclarlo per il riscaldamento del negozio.

Particolari sensori automatizzano poi l’apertura dei lucernari per favorire il ricambio d’aria naturale. Infine, è stato adottato un eco-compattatore per lo smaltimento interno di carta e plastica.
Tutta l’energia impiegata proviene da fonti rinnovabili e il sistema di gestione dell’energia è certificato Iso 50001.

La strategia Zero carbon

Il traguardo della climate neutrality, per Aldi, si inserisce nella strategia internazionale denominata Zero carbon, attraverso la quale il Gruppo si impegna a portare avanti iniziative volte a contrastare il riscaldamento globale.

Sono due gli obiettivi dichiarati: il primo è la riduzione, entro il 2025, del 26% delle emissioni di gas serra legate alle attività rispetto ai valori del 2016. Il secondo è il coinvolgimento e il supporto, entro il 2024, dei fornitori responsabili del 75% delle emissioni dei prodotti a marca privata per promuovere l’adozione di obiettivi concreti lungo tutta la supply-chain. 

(Visited 99 times, 1 visits today)
superbanner