VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic
Reparto Ortofrutta

Top Fresh Retailer. Buona la prima

Fresh Retailer

Alle Officine del Volo di Milano l’innovativa formula per creare network tra fornitori di ortofrutta e distribuzione

Una bella location, moderna e accogliente, un’idea di fondo certamente interessante – mettere insieme nello stesso luogo quanti più buyer possibile della grande distribuzione italiana e i principali produttori e fornitori di ortofrutta italiani -, una conferenza ben moderata da Isodoro Trovato, giornalista del Corriere della Sera, che ha visto avvicendarsi sul palco alcuni degli sponsor dell’evento, e poi analisti, produttori e rappresentanti della Gdo (qui il programma completo).

Nei prossimi giorni entreremo nel merito degli spunti più interessanti, emersi soprattutto nella parte finale della conferenza, ma certamente le prime sensazioni che sorgono dopo aver partecipato al format organizzato dal giornalista Eugenio Felice e dalla sua testata FM, dicono che “Fresh Retailer: Show&Conferenceha, potenzialmente, tutte le carte in regola per poter diventare un’appuntamento di sicuro interesse per tutto il settore ortofrutticolo.

Non sarà certo qui che fornitori e buyer chiuderanno affari epocali o accordi strategici (anche se non è detto che questo non sia accaduto o accadrà nelle prossime edizioni), ma sicuramente potersi incontrare in un contesto che aveva anche molti momenti informali all’interno del suo programma – dal lungo Welcome coffee iniziale alla cena in piedi finale, passando per il Coffee break in mezzo alla conferenza – può essere un’idea differente con più di una freccia al suo arco per incentivare quell’interrelazione così fondamentale e decisiva tra il mondo ortofrutticolo e quello della distribuzione moderna. Il messaggio era chiaro: fate networking, incontratevi, parlatevi.

Vedere alcuni buyer cercare di guadagnare l’uscita a fine cena non senza fatica, assediati in alcuni casi da produttori desiderosi di presentarsi per la prima volta, piuttosto che semplicemente interessati a scambiare un semplice saluto, dà qualche indicazione chiara circa le esigenze del settore.

E a proposito di informalità, quest’ultima ha caratterizzato, volendo anche un po’ a sorpresa, uno dei momenti più importanti della giornata, vale a dire l’assegnazione dei 4 premi “Top Fresh Retailer 2016”. Riconoscimenti assegnati alla Gdo proprio dagli stessi fornitori dopo aver compilato un questionario nel quale si chiedeva loro di giudicare le principali insegne italiane in base ad una serie di parametri. A condurre la premiazione è stato scelto un comico: Francesco Rizzuto. Una scelta che forse ha tolto un po’ di suspense e ufficialità, classica in questi contesti, ma al tempo stesso ha anche ravvivato con intermezzi divertenti e un approccio dissacrante un momento che quasi sempre assume paludati toni autoreferenziali.

Il premio più importante, vale a dire il Top Fresh Retailer 2016, se lo è aggiudicato Coop Consorzio Nord Ovest. L’insegna che ha fatto i maggiori progressi negli ultimi anni è invece Lidl, mentre il format più innovativo è risultato, sempre secondo i fornitori di ortofrutta italiani, Carrefour Market Gourmet. Infine, la miglior catena operante nel centro-sud Italia è PAC 2000A, cooperativa di dettaglianti aderente a Conad.

(Visited 80 times, 1 visits today)