superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic
Reparto Ortofrutta

Selex. Bene la crescita nel primo semestre del 2015

Selex
Avatar
Autore Redazione

Quota di mercato all’11%, crescita 2,1%. Giancarlo Panizza (Il Gigante) entra nel Cda

Quota di mercato che raggiunge l’11%, crescita dello 0,7% nel primo quadrimestre 2015, che sale al 2,1% considerando anche le nuove aperture, investimenti per 135 milioni. Sono questi i dati salienti emersi all’ultima assemblea dei Soci Selex, che si è svolta a Berlino il 27 giugno e che ha anlizzatoi dati consuntivi del 2014 e l’andamento del primo semestre 2015.

Dati positivi, dunque, per il terzo player della distribuzione italiana che ha chiuso il 2014 con un fatturato di 8.850 milioni di euro, “destinato ad aumentare sensibilmente – si legge in una nota – grazie anche all’ingresso nel gruppo della catena “Il Gigante” (dal 1° gennaio 2015), realtà distributiva significativa dell’Area 1.” E a proposito di quest’ultima, Giancarlo Panizza, in rappresentanza proprio de Il Gigante, è entrato a far parte del consiglio di amministrazione.

Gli investimenti previsti nel 2015 sono di 135 milioni per nuove aperture e ristrutturazioni. Nei primi 6 mesi sono già stati aperti 11 nuovi punti di vendita, per circa 20.000 mq di superficie. La stima di fatturato per l’anno in corso è di 9.950 milioni.

Nel 2014 i prodotti a marchio hanno confermato il loro positivo andamento, in particolare le linee specialistiche nei comparti salutistico e biologico: linea “Vivi Bene Selex” + 24%, Natura Chiama Selex Bio + 20%.”Scelte strategiche orientate al soddisfacimento delle attese dei consumatori, supportate anche da puntuali e dettagliate ricerche di mercato che Selex ha svolto sulle nuove abitudini di spesa e le tendenze di consumo delle famiglie”.

«Assistiamo ad un piccolo miglioramento nell’andamento dei consumi, ma le difficoltà non sono affatto superate – ha spiegato nel suo intervento Maniele Tasca, Direttore Generale di Selex – Non possiamo abbassare la guardia e dobbiamo continuare a fare quello che abbiamo fatto in tutti questi anni: aumentare efficienza e specializzazione. Siamo riusciti a intercettare il miglioramento dei consumi, realizzando una crescita nettamente superiore a quella media del mercato distributivo, grazie alla nostra capacità di lavorare in un’ottica di distintività di punti di vendita, assortimento e servizi».

(Visited 16 times, 1 visits today)
superbanner