MyTech_top news tecnologie_4-21aprile_2024
Arcadia_top news_15-22aprile_2024
Packaging e Tecnologie

Bergamasco: “Cresce la sensibilità per la maturazione degli esotici”

L’Ad di Ziehl-Abegg: “L’obiettivo della filiera è fornire un prodotto di alta qualità. 2023 sereno, nessuno scossone nella supply chain”

Il tema della maturazione dei frutti esotici, primi tra tutti banane e avocado, resta centrale per il settore ortofrutticolo e pet tutta la filiera. Lo conferma Riccardo Bergamasco, amministratore delegato della filiale italiana di Ziehl-Abegg, azienda che opera in tutto il mondo nei settori della ventilazione, della regolazione e azionamento di componenti, che spiega: “I nostri partner e i produttori sono sempre più sensibili a questo tema. Nel prossimo futuro puntiamo a crescere soprattutto nei settori verticali, in primis il food. Il nostro obiettivo, grazie all’integrazione delle nostre tecnologie nei sistemi di maturazione, è soddisfare le esigenze del consumatore finale, ossia colui che desidera acquistare frutti tropicali gustosi, maturi, qualitativamente apprezzabili”.

Investimenti in R&D

Ogni anno Ziehl-Abegg investe in ricerca&sviluppo circa il 5% del fatturato: “I progressi compiuti in tutti i nostri settori di attività sono il frutto di un solido know-how e della competenza tecnologica che definirei unica dei nostri oltre 300 ingegneri e tecnici – sottolinea Bergamasco – Nel centro di sviluppo InVent che si trova nella nostra sede centrale di Künzelsau (Germania), sono ricercati e sviluppati concetti high-tech innovativi per dare vita alle tecnologie più efficienti”.

“Tanto per fare un esempio – argomenta – il banco di prova per test aerodinamici e del rumore è ospitato all’interno di un container da 1.250 tonnellate, poggiato esclusivamente su molle per evitare che le influenze ambientali, quali le vibrazioni o i rumori esterni, possano alterare le delicate misurazioni della rumorosità dei ventilatori. Attualmente si tratta del più grande banco di prova combinato per ventilatori al mondo per l’acustica e le prestazioni aerodinamiche“.

Entrando nello specifico dei ventilatori di nuova generazione ad alta efficienza, Bergamasco precisa: “Con la crescente richiesta di frutti esotici è necessario lavorare sulla perfetta maturazione. Le camere di maturazione devono quindi adottare le più recenti tecnologie, in modo da arrivare a una maturazione omogenea dei frutti, senza che venga trascurato un altro aspetto importante, quello del consumo energetico. I nostri ventilatori si possono gestire in maniera molto precisa e personalizzata e possono essere impostati a differenti velocità. I nostri clienti trovano in queste soluzioni la giusta risposta alle proprie esigenze tecniche”.

Il bilancio 2022 e uno sguardo sul 2023

Quanto all’andamento delle vendite, l’Ad riferisce: “Il 2022 è stato un anno positivo, nonostante la crisi generale delle materie prime e della componentisitica elettronica che, perlomeno in Europa, ha reso la vita difficile a noi e ai nostri competitor. I tempi di consegna dei nostri ventilatori per frutti tropicali si sono allungati a dismisura, con picchi che hanno toccato i nove-dodici mesi. Con una situazione del genere è naturale che gli investimenti abbiano subito una battuta d’arresto, anche perché con lo scarseggiare del prodotto i prezzi sono inevitabilmente aumentati. In ogni caso siamo cresciuti del 20% rispetto al 2021, ci riteniamo soddisfatti”.

“Negli ultimi mesi – aggiunge l’Ad – lo scenario si presenta più sereno, le materie prime e i componenti sono maggiormente disponibili, non ci sono più brusche interruzioni della supply chain. I tempi di consegna si sono abbassati a tre-quattro mesi e si ridurranno ancora, una situazione che ci permetterà di cogliere nuove opportunità”.

“Soffriamo ancora i prezzi un po’ alti – conclude – perché chi può rimanda gli investimenti a tempi migliori. Ma per il futuro siamo ottimisti: la filiera tutta è sempre più sensibile al tema della maturazione dei frutti”.

(Visited 136 times, 1 visits today)