superbanner mobile
VOG_TopNewsgenerale_21nov-18dic

Frutta e verdura: consumi in calo

Resi noti i dati 2002 dell’Osservatorio sui consumi ortofrutticoli durante la presentazione della nuova edizione di Macfrut

Secondo i dati dell’Osservatorio sui consumi ortofrutticoli, nel 2002 gli acquisti si sono contratti del 2,4%. Aumentano quelli di prodotti lavati, impacchettati e pronti per la tavola (+6,6%)
di Fiorenza Uva

MILANO – Verdura fresca, lavata, imbustata e venduta al supermercato: è la nuova frontiera del mercato agricolo in Italia. Secondo i dati dell’ Osservatorio sui consumi ortofrutticoli delle famiglie italiane nel 2002 si sono acquistate 13.630 tonnellate di ortaggi preparati, con un aumento del 6,6 per cento sul 2001, pari ad una spesa di 112 milioni di euro. Prodotti che durante l’ultimo anno hanno fatto capolino sulle tavole di sette milioni di famiglie italiane, quasi un terzo del totale. E presto, sempre che il sistema produttivo si adegui alle nuove tendenze, potremmo abituarci ad acquistare verdura fresca, ma già cotta e frutta pulita e tagliata. A parte questo il quadro del consumo di prodotti ortofrutticoli nel Bel paese è desolante: nel 2002 gli acquisti delle famiglie si sono contratti, in quantità, del 2,4 per cento. Questo a fronte di un aumento della spesa del 6,94 per cento. Meno frutta e verdura sulle nostre tavole, dunque, ma a costi più alti rispetto al 2001. Nel confronto tra il consumo di frutta e quello di verdura, quest’ultima ha avuto la peggio, sempre in termini di quantità. La mela rimane il frutto preferito dagli italiani. Seguito da arance, banane, pere, pesche (…)

la notizia completa su:

http://www.ilnuovo.it/nuovo/foglia/0,1007,169823,00.html

(Visited 14 times, 1 visits today)
superbanner